Due etti e mezzo di cocaina in auto, 25enne e 60enne restano in carcere

Restano in carcere il 60enne sardo e il 25enne albanese che venerdì scorso erano stati bloccati in auto con due etti e mezzo di cocaina alla rotonda di piazzale Milano

La droga sequestrata dai carabinieri

Restano in carcere il 60enne sardo e il 25enne albanese che venerdì scorso erano stati bloccati i in auto con due etti e mezzo di cocaina. Lo ha deciso il giudice per le indagini preliminari, Giuseppe Bersani, al termine, il 30 gennaio, dell’interrogatorio di convalida dell’arresto. L’albanese è difeso dall’avvocato  Andrea Sagner. Il 60enne sardo, che si è avvalso della facoltà di non rispondere, è assistito dall’avvocato Giandanese Nigra. Il legale aveva chiesto per lui gli arresti domiciliari, perché invalido al 100%. Mancando la documentazione che lo attestasse, il giudice ha disposto il carcere anche per lui. Il 27 gennaio i carabinieri della stazione di Rivergaro, in città per aiutare i colleghi di Piacenza nel controllo del territorio, stavano effettuando un normale posto di controllo ai Pontieri quando avevano visto un'Opel Astra con due persone a bordo arrivare dal ponte e imboccare contromano la rotonda. Li avevano fermati e perquisiti. In auto c'erano dosi di cocaina e nel vano luci due "sassi" sempre di polvere bianca pura al 98% che avrebbe fruttato al dettaglio circa 50mila euro. I due erano stati arrestati con l'accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 22 anni dopo lo schianto contro un terrapieno, trovata dopo diverse ore

  • «Lavoratrice instancabile e solare». Filoteea muore a 22 anni

  • Tamponamento tra due tir in A1, muore un uomo

  • Precipita nelle acque del Po, salvato appena in tempo

  • Auto avvolta dalle fiamme, conducente scende appena in tempo e si salva

  • Dopo un folle inseguimento tra la gente si scaglia contro i carabinieri: arrestato

Torna su
IlPiacenza è in caricamento