È un seriale il molestatore del treno: le vittime sono già cinque

Sarebbe un seriale il marocchino di 24 anni bloccato il 24 aprile dai poliziotti delle volanti davanti alla stazione dopo aver palpeggiato una ragazza lituana a bordo di un treno. Ne avrebbe molestate altre due prima dell'arrivo del 113, e altre due ancora qualche giorno fa

Immagine di repertorio

Sarebbe un seriale il marocchino di 24 anni bloccato il 24 aprile dai poliziotti delle volanti davanti alla stazione dopo aver palpeggiato una ragazza lituana a bordo di un treno. Nonostante alcuni testimoni avessero già chiamato la polizia, lo straniero (regolare sul territorio, nullafacente e di fatto residente a Codogno) sarebbe riuscito, in pochissimi minuti, a molestarne altre due, toccandole. Non solo, ma sarebbe anche l'autore dell'altro episodio avvenuto sempre a bordo di un regionale a metà aprile. In quel caso alcuni passeggeri avevano chiamato le forze dell'ordine segnalando che due donne erano state molestate sessualmente. Lo straniero era stato bloccato dai carabinieri e dalla Polfer sui binari a Piacenza, poco dopo. In totale quindi ne avrebbe molestate cinque in pochi giorni. Ora si trova in stato di arresto è sarà processato il 26 aprile per direttissima anche per resistenza a pubblico ufficiale. In piazzale Marconi ha sfidato gli agenti e ha cercato di scappare: ne è nata una colluttazione terminata solo grazie all'uso dello spray al peperoncino spruzzato per ben tre volte.  Il 24 aprile il giovane era a bordo di un regionale proveniente da Codogno e si è seduto accanto a una coetanea lituana. Lungo il tragitto le avrebbe fatto alcune avances. Appena il convoglio si è fermato a Piacenza, la ragazza spaventatata è subito scesa ma lui l'avrebbe seguita e poi l'avrebbe palpeggiata davanti a tutti in stazione. I testimoni hanno chiamato il 113 che ha inviato subito sul posto due volanti, ma l'uomo sarebbe riuscito a toccarne altre due davanti a decine di persone che poi, forse sotto choc, si sono allontanate prima dell'arrivo della polizia. A metà aprile stesso copione. L'immigrato aveva accarezzato le gambe ad una giovane, poi aveva afferrato da dietro l'amica cercando di strapparle un bacio. Fortunatamente era riuscita a scappare, urlare e a chiedere aiuto. Era stato bloccato dai carabinieri del Radiomobile e dalla Polfer (sul posto anche una pattuglia della polizia locale) e infine denunciato per violenza sessuale. Le due giovani erano sotto choc, lui si era giustificato dicendo di aver soltanto voluto provare a corteggiarle. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Il Giro saluta il Piacentino, festa grande a Fiorenzuola per Guarnieri e Mareczko

  • Cronaca

    Uno scoppio in casa per inscenare una perdita di gas, altra truffa a segno: nel bottino centinaia di euro

  • Attualità

    Veneziani: «Il Giro delle bici elettriche non è mai passato a Rottofreno»

  • Fiorenzuola

    Vernasca, scossa di terremoto di magnitudo 3.3

I più letti della settimana

  • Giro d’Italia nel Piacentino, gli orari del passaggio della carovana rosa

  • Travolto e ucciso da una lastra di acciaio: era in pensione ma lavorava a chiamata

  • Calci ai poliziotti e insulti al giudice, tensione in tribunale durante il processo dei tre spacciatori

  • «Ecco com'è facile comprare droga in stazione». Blitz di Brumotti a Piacenza

  • Cade una pianta, donna schiacciata durante la passeggiata nel bosco

  • Saldatore in pensione che lavorava su chiamata, Podenzano piange Domenico Bossalini

Torna su
IlPiacenza è in caricamento