Soccorso alpino e 118 intervengono alla Pietra Parcellara per un escursionista in difficoltà

I soccorritori sul posto

Il 118 e il soccorso alpino sono intervenuti nel pomeriggio di domenica 21 luglio per salvare un 33enne che si era smarrito nella zona della Pietra Parcellara. Pare che stesse facendo un'escursione quando ha chiamato la moglie per chiedere aiuto: sprovvisto di acqua e di abbigliamento adeguato all'escursuone, l'uomo ha accusato un lieve malore, probabilmente dovuto al forte caldo e alla disidratazione, non riuscendo a proseguire. Il 118 di Bobbio e il soccorso alpino di Piacenza lo hanno invidiato e raggiunto: fortunatamente per lui nulla di grave, solo un principio di disidratazione. Non è stato necessario il trasporto in ospedale. Sul posto è atterrata anche l'eliambulanza del Saer.

Sempre il soccorso alpino di Piacenza è intervenuto, lo stesso pomeriggio, anche vicino a Ferriere. Allarme, poi fortunatamente rientrato, per una escursionista settantunenne residente in provincia di Piacenza. La donna, era impegnata in una passeggiata insieme al marito nei pressi del Lago Nero, in alta Valnure. Proprio il coniuge, che la precedeva di alcuni metri, non ha piú visto la moglie e ha così attivato i soccorsi. Raggiunta telefonicamente da un tecnico del Soccorso Alpino, la signora ha confermato di aver preso un sentiero differente, ma di essere riuscita a raggiungere la strada asfaltata poco sopra l'abitato di Selva. Le squadre hanno così potuto fare rientro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore travolta da un tir, stava andando a lavorare

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Travolta in bici da un tir, muore una donna

  • Travolti da un'auto dopo un incidente: tre feriti, uno è un carabiniere

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • «Dacci i soldi per tornare nel nostro Paese», parroco strattonato e rapinato in canonica

Torna su
IlPiacenza è in caricamento