Discoteca evacuata dopo l'incendio, «Così ci esercitiamo per essere pronti in caso di necessità»

Importante esercitazione del 118 in collaborazione con vigili del fuoco e volontari di Croce Rossa e Anpas Piacenza nella giornata di domenica 2 febbraio al Pierrot di Sarmato, dove si è simulato un incendio

Un momento dell'esercitazione (Foto Bonetti)

Un grosso incendio divampato durante una serata alla discoteca Pierrot; all’interno diverse persone, non si sa quante siano ancora vive, e quante ferite; la struttura della discoteca potrebbe essere pericolante. È questo lo scenario studiato dal 118 di Piacenza, in collaborazione con i vigili del fuoco e i volontari di Croce Rossa e Anpas Piacenza, nel quale domenica 2 febbraio i soccorritori sono entrati in azione per l'applicazione sul campo dei protocolli operativi in caso di maxi emergenze. 

La simulazione dell'incendio, con tanto di feriti interpretati dagli studenti del liceo Respighi e truccati dai truccatori di Croce Rossa e Croce Bianca, è stata realizzata alla discoteca Pierrot di Sarmato, messa a disposizione dalla proprietà. Nel parcheggio del locale è stato montato un Posto medico avanzato dai militi della Croce Rossa e un centro di comando per le operazioni di evacuazione messo a disposizione da Croce Bianca. Le operazioni di soccorso sono scattate nel tardo pomeriggio sotto la supervisione e il comando dei professionisti del 118, che hanno colto l’occasione anche per registrare filmati da poter utilizzare durante la formazione alle varie associazioni del territorio.

«Un pomeriggio intenso e di duro lavoro – spiega Alessandro Guidotti, presidente di Croce Rossa Piacenza – è un momento molto importante per noi, grazie a questa iniziativa possiamo testare le nostre capacità per operazioni di soccorso non ordinarie, dove sono presenti diversi feriti. Ci tengo a ringraziare tutti i volontari che hanno preso parte a questa esercitazione fin dalle prime ore del mattino».
«Un momento molto importante per le nostre associazioni del territorio – spiega Paolo Rebecchi, presidente di Anpas Piacenza – è importantissimo lavorare insieme ai professionisti del 118 e ai colleghi di Croce Rossa; questi scenari che vengono ricreati ci fanno capire l’importanza di continuare a esercitarci per essere pronti in caso di necessità. Mi preme ringraziare il 118 di Piacenza per averci fatto partecipare a questa iniziativa insieme ai nostri volontari che oggi sono qui presenti»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piacenza, tutte le attività commerciali che sono aperte e fanno consegna a domicilio

  • «Un anziano ammalato di Covid in gennaio a Piacenza potrebbe essere il paziente 1». Inchiesta di Report in una clinica piacentina

  • Coronavirus, la situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 31 marzo

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Covid-19, Piacenza piange altre 26 vittime, il totale sale a 495

Torna su
IlPiacenza è in caricamento