Un panino gigante farcito con il salume: Coldiretti ad Expo contro l'allarme Oms

Crotti (presidente di Coldiretti Piacenza): «Coppa, salame e pancetta contribuiranno a fare chiarezza sulla qualità made in Italy»

Il salume piacentino

Un panino doc da record preparato con la più grande pagnotta di pane di Altamura a denominazione di origine protetta mai sfornata prima, dal peso di 1,5 quintali e lunga 3 metri, che è stata farcita con i migliori salumi Dop della tradizione italiana, tra cui le piacentine coppa, salame e pancetta, realizzate secondo precisi disciplinari di produzione dall'allevamento, all'alimentazione degli animali fino alla trasformazione, che ne assicurano qualità, tracciabilità e sicurezza alimentare.

L'iniziativa è degli allevatori e dei produttori della Coldiretti scesi in campo ad Expo con la giornata della carne italiana proprio nel momento in cui dall'Unione europea viene il primo via libera agli insetti nel piatto che appena l'8 per cento degli italiani assaggerebbe secondo Coldiretti/IPR marketing. 

«A fare bella mostra fino alla fine di Expo inoltre - spiega Marco Crotti, presidente di Coldiretti Piacenza - nella prima esposizione dei salumi tipici regionali a denominazione di origine, le Dop piacentine contribuiranno a fare chiarezza sul consumo di carne in Italia, sulle caratteristiche del sistema produttivo Made in Italy e sulle sue specifiche caratteristiche qualitative». 

«Le caratteristiche di naturalità e di qualità delle nostre eccellenze - sottolinea Coldiretti Piacenza - hanno infatti contributo al prestigio della norcineria italiana segnando, secondo elaborazioni Coldiretti su dati della Camera di commercio di Piacenza, un aumento nel 2014 rispetto al 2012 del 20,2% dell'export di "Carne lavorata e conservata e prodotti a base di carne". Per sconfiggere la paura ad assaggiare le specialità a base di carne Made in Italy sono state offerte degustazioni ai visitatori italiani e stranieri che non sembrano credere agli allarmi generici dell'Oms (Organizzazione mondiale della sanità). Il super panino verrà invece donato al Banco Alimentare, l'organizzazione di volontariato che destina i prodotti alimentari alle persone indigenti.  

«Non possiamo permetterci il dilagare di psicosi sulla qualità di queste eccellenze - conclude Crotti - Gli allarmi sono costati al Made in Italy quasi 12 miliardi di euro negli ultimi 15 anni: mentre gli scandali minano la nostra sicurezza a tavola, i falsi allarmi mettono a  rischio il reddito delle nostre imprese e l'unico scudo che può tutelare consumatori e produttori non può che essere l'obbligo di etichettatura d'origine per tutti gli alimenti a partire dai salumi».

Potrebbe interessarti

  • «Centro diagnostico Rocca, eccellenza medica privata a supporto del sistema pubblico»

  • Perino e la curiosa storia della località "Due Bandiere"

  • Ricette piacentine: i pisarei e fasò

  • Piscine interrate: i costi e i tempi per averne una nel proprio giardino

I più letti della settimana

  • La Polizia Stradale fa un controllo sull’A21 Piacenza-Cremona e spunta David Hasselhoff

  • Gianpaolo Bertuzzi muore nel suo camper in fiamme

  • Bloccano un aggressore, poliziotti accerchiati e aggrediti al Peep

  • Prende a martellate la moglie, poi si accoltella al cuore: muore ex macellaio di Piacenza

  • Invade la corsia opposta, si schianta contro due auto e rimane incastrato: è gravissimo

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta nel campo, è gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento