Faccia a faccia in casa con i ladri che lo chiudono in camera, ondata di furti in Valdarda

Pare si tratti di due uomini sulla trentina che si aggirano per il territorio a bordo di una 'Cinquecento' blu. A Roveleto e ad Alseno hanno cercato di arrampicarsi attraverso il pluviale. Tre colpi a segno a Fiorenzuola

A sinistra due pattuglie dei carabinieri in una foto di repertorio. A destra le impronte lasciate dai ladri sul muro

Dopo le bande di ladri dell’Audi nera e della Golf che hanno fatto man bassa nelle abitazioni della zona, soprattutto nel mese di dicembre, nei giorni scorsi è comparsa sul territorio una Fiat ‘500’ blu con a bordo due giovani sulla trentina. Secondo quanto riferito ai carabinieri di Fiorenzuola dai proprietari degli appartamenti che hanno ricevuto la sgradita visita e stando alle tante segnalazioni che circolano sui gruppi What’s App “Occhi Aperti”, uno sarebbe piuttosto alto e magro e l’altro un po’ più basso e robusto. I ladri in un caso, nel capoluogo della Valdarda, sarebbero fuggiti calandosi dal balcone; in un altro avrebbero cercato invano di arrampicarsi attraverso il pluviale per raggiungere i piani superiori di una palazzina. Quest’ultimo tentativo di furto è avvenuto il 19 gennaio in via Amalfi a Roveleto di Cadeo. È stato il proprietario ad accorgersene: al suo rientro ha notato sul muro una scia di fango sul muro (nella foto). Molto probabilmente chi ha cercato di colpire la sua abitazione è passato attraverso i campi, piuttosto infangati che costeggiano l’isolato. Quasi certamente gli stessi che volevano rubare, anche qui senza riuscirci, ad Alseno. Intorno alle 18.30 di lunedì 20 gennaio, in via Puccini i ladri sono saliti su un balcone e hanno cercato di forzare una tapparella di una stanza dove, in quel momento, dormiva il proprietario. Avrebbero notato il vicino che stava scendendo le scale e sentendosi disturbati si sono dati alla fuga. Anche in questo caso sono state notate impronte di fango ma nessuno avrebbe visto i malviventi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È di due giorni prima, invece, il furto messo a segno a Fiorenzuola in via San Pietro. Qui i ladri hanno sorpreso il proprietario in casa e, senza pensarci su due volte, lo hanno chiuso in una stanza per guadagnarsi la fuga scappando calandosi dal balcone. Per entrare hanno rotto una finestra ma non avrebbero rubato nulla così come accaduto nell’appartamento sottostante e in quello appena sopra della stessa palazzina. Una vicina dell’uomo avrebbe notato una Fiat ‘500’ di colore scuro posteggiata all’esterno dell’abitazione. Il 17 gennaio, invece, sempre a Fiorenzuola sono stati presi di mira appartamenti in via San Bernardo da Chiaravalle, in via Conni e in via Pasteur. Sono state forze finestre e portefinestre e rubati monili in oro ma il bottino complessivo deve essere ancora accertato da parte dei proprietari che, in tutti i casi, hanno avvertito in carabinieri, prontamente intervenuti sul posto con le pattuglie del Nucleo radiomobile. In via Pasteur i ladri avrebbero agito anche con l’ausilio di un flessibile per aprire la cassaforte che conteneva i gioielli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto vicino al suo camion, indagini in corso

  • Rischia di annegare in una piscina da giardino, bimbo di 2 anni gravissimo

  • Donna scomparsa, salvata sotto il diluvio dopo otto ore di ricerca

  • Non ce l'ha fatta il bambino di 2 anni salvato dall'annegamento in una piscina da giardino

  • Esce di casa e scompare nel nulla, al via le ricerche di una 45enne

  • Furti nei magazzini della logistica piacentina, maxi blitz all'alba con quaranta arresti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento