Fatture false per frodare il Fisco, agente di commercio nei guai

Denunciato insieme ad altre 16 persone al termine di un'indagine condotta dalla Guardia di finanza di Piacenza su una società di San Marino che sarebbe stata cerata ad hoc. Le accuse: emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti

Una pattuglia della Guardia di Finanza

Da una verifica fiscale, tuttora in corso da parte del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Piacenza, è emerso che un agente di commercio piacentino, operante nel settore delle insegne luminose, per abbattere i ricavi ed evadere l’imposta sul valore aggiunto avrebbe annotato, nella propria contabilità, fatture emesse da una società sanmarinese. Nell’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Antonio Colonna e anche grazie all’accordo di cooperazione amministrativa esistente con San Marino, La finanza ha scoperto che che la società estera sarebbe stata costituita e gestita dall’agente verificato al solo scopo di sottrarre alla tassazione nazionale i propri ricavi e le provvigioni dei suoi sub-agenti, che venivano bonificate dai conti esteri della società ai conti sammarinesi, opportunamente fatti accendere ai vari sub-agenti; i quali provvedevano al ritiro del loro compenso in italia tramite il normale circuito bancomat.

L'attività preliminare si è conclusa con la denuncia all’autorità giudiziaria di 17 persone che dovranno  rispondere, a vario titolo, dei reati di emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti oltreché di falso.  Proseguono le indagini e l’attività di verifica per individuare eventuali ed ulteriori soggetti che potrebbero aver partecipato al meccanismo fraudolento creato dall’agente di commercio.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Oltre alla restituzione di ogni singolo centesimo RUBATO e una bella permanenza di almeno 25 anni nelle patrie galere con aziz, mohammed e badula il nero che ti inc...la!!!!

  • Buongiorno, sono il titolare della Nuova Neon Radelme di Piacenza, azienda storica (presente sul mercato dal 1956) operante nel settore delle insegne luminose. Al fine di evitare qualsiasi fraintendimento, ci tengo a chiarire che la mia Azienda è totalmente estranea alla vicenda sopra riportata. Il fatto che questa azienda sia presente sil mercato da oltre 50 anni è sinonimo di serietà e professionalità. Lasciamo certe "politiche" a chi ha l'abitudine si ritenersi più furbo degli altri, a scapito della collettività...

  • un plauso alla guardia di finanza che negli ultimi 9 mesi ci stà dando dentro...è ora che paghino tutti...non solo i dipendenti che si vedono prelevare le trattenute alla fonte! Se il paese è in questo stato è anche colpa di noi cittadini. In Italia vive il mito che il più furbo è chi più frega lo stato ed il prossimo...senza capire che allo stesso tempo ci stiamo facendo del male da soli.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    «Troppi furti, ormai i ladri non temono più nulla. Abbiamo paura di trovarceli in casa»

  • Cronaca

    «Non aprire a chi non conosci». Truffe ad anziani, un video della Municipale con i consigli per difendersi

  • Cronaca

    Impennata di furti in città: in un giorno sei vie prese di mira dai ladri

  • Cronaca

    Affittano case, incassano la caparra e spariscono. Denunciati due truffatori seriali

I più letti della settimana

  • Si ribalta con l'auto in mezzo a via Veneto, ferita una ragazza

  • «Sette profughi insieme ai malati di Aids. Scaricati qua senza avvisare»

  • Picchiata e costretta a comprare droga, in manette fidanzato e spacciatore

  • Preso il rapinatore seriale delle farmacie. Alle spalle sedici condanne e quattro evasioni

  • Fermato dalla Stradale mentre trasporta vecchi rottami, 20enne denunciato

  • In giro per la provincia a truffare, in auto l'elenco dei negozi nel mirino. Due arresti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento