Ferriere, esercitazione di ricerca del Soccorso Alpino e del Corpo Forestale

Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico e Corpo Forestale dello Stato insieme in esercitazione di ricerca nelle giornate di martedì 10 e mercoledì 11 giugno. Da Belluno un elicottero AB-412 della Forestale in appoggio delle squadre

Il soccorso Alpino e la Guardia Forestale

E’ terminata nel tardo pomeriggio di martedì 10 Giugno, la prima parte dell’esercitazione che il Soccorso Alpino Emilia Romagna (Saer) ed il Corpo Forestale dello Stato hanno organizzato nell’appennino piacentino, non distante dal triplice confine con la provincia di Parma e quella di Genova.  Diciotto soccorritori ed un’unità cinofila da ricerca in superficie (Ucv) del Soccorso Alpino, provenienti dalle provincie di Piacenza, Parma e Reggio Emilia, hanno svolto la prima parte dell’addestramento, dedicato alle operazioni di trasporto squadre in elicottero. 

Scopo della esercitazione infatti, che proseguirà nella giornata di mercoledì 11 giugno, era il miglioramento delle sinergie tra i due Corpi in ambito della ricerca dispersi; tale tipologia di intervento infatti, ha impegnato negli ultimi anni  in modo considerevole i soccorritori  - specie in appennino – complice la folta vegetazione ed il sempre crescente numero di frquentatori di questo ambiente, con elevazioni minori rispetto alle Alpi ma  non per questo privo di insidie. 

Proprio per migliorare la conoscenza e fare tesoro delle competenze reciproche, tecnici del Saer e gli uomini del Corpo Forestale dello Stato hanno dato vita a una due giorni di esercitazioni, che con campo base nei pressi di Casaldonato, non distante dal paese di Ferriere, hanno portato nella giornata di martedì i soccorritori  sulla sommità del Monte Carevolo mentre nella mattina di mercoledì lo scenario delle operazioni saranno i prati ai piedi del Monte Ragola. Come supporto alle operazioni, da Belluno è giunto un elicottero Agusta-Bell 412 del Corpo Forestale dello Stato, che nella prima giornata ha operato esclusivamente con i tecnici del Soccorso Alpino, con addestramenti di imbarco e sbarco dal mezzo aereo in overing, tramite verricello e con pattino a terra, mentre nella giornata di mercoledì 11 Giugno, verrà organizzato un simulato con squadre composte da uomini del SAER e della Forestale, sempre trasportati dall’elicottero. 

Un supporto, quello dell’elicottero, di fondamentale importanza non solo negli interventi sanitari; la possibilità di utilizzo di un mezzo aereo che in pochi minuti può percorrere grandi distanze, è infatti un preziosissimo alleato anche in materia di ricerca dispersi, grazie alla possibilità di movimentare squadre di soccorso che grazie a questo tipo di eventi potranno operare in autonomia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in A21, muore giovane piacentina

  • Travolta da un’auto dopo lo schianto contro il guard rail, Valentina muore a 22 anni

  • Autobus fuori strada si schianta contro il guard rail

  • Schianto sul rettilineo della via Emilia

  • Elezioni Regionali, ecco il fac simile della scheda elettorale

  • «Se sei un uomo vieni sotto casa mia», accoltellato per gelosia dal compagno dell'amica

Torna su
IlPiacenza è in caricamento