Fiorenzuola, spara durante la lite con la moglie: denunciato e allontanato da casa

Secondo caso in pochi giorni di applicazione della nuova legge sul femminicidio nel Piacentino. Dopo quanto accaduto pochi giorni fa a Pontenure, questa volta i carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola hanno applicato la misura cautelare nei confronti di un uomo che, nella notte di venerdì 24 gennaio, al culmine di una lite con la moglie in casa ha estratto un'arma e ha fatto fuoco a scopo intimidatorio

Secondo caso in pochi giorni di applicazione della nuova legge sul femminicidio nel Piacentino. Dopo quanto accaduto pochi giorni fa a Pontenure, questa volta i carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola hanno applicato la misura cautelare nei confronti di un uomo che, nella notte di venerdì 24 gennaio, al culmine di una lite con la moglie in casa ha estratto un’arma e ha fatto fuoco a scopo intimidatorio. La pistola, una riproduzione fedele di un’arma vera alla quale era stato levato il tappo rosso di sicurezza, è stata poi sequestrata dai militari del Nucleo Radiomobile di Fiorenzuola che sono intervenuti dopo che la donna, atterrita, ha avvertito il 112.
Tutto è accaduto in piena notte in un’abitazione alla periferia di Fiorenzuola. Un uomo piacentino, incensurato, ha iniziato una discussione in casa con la moglie. Pare che alla base ci fossero motivi economici dovuti alla perdita del lavoro e che, nei mesi, questo abbia influito negativamente sulla vita famigliare. La discussione è presto degenerata in una lite al culmine della quale l’uomo ha preso una pistola minacciando prima di togliersi la vita, e successivamente prendendosela anche con la moglie. Ad un certo punto ha fatto fuoco puntandola in alto, ma la donna è riuscita - mantenendo la calma- a convincere il marito ad allontanarsi di casa.

Nel frattempo è riuscita a chiamare il 112 e a spiegare ai carabinieri ciò che era accaduto. Quando sul posto è arrivata la pattuglia del Radiomobile di Fiorenzuola, il marito stesso si è consegnato ai carabinieri ammettendo di aver avuto un colpo di testa poco prima, e mostrando dove aveva nascosto l’arma. Accompagnato in caserma, è stato denunciato per minaccia aggravata e per l’uso della pistola, ma i carabinieri gli hanno anche notificato il provvedimento cautelare della durata di sei mesi - che dovrà essere convalidato dal gip di Piacenza nel giro di 48 ore - che oltre all’allontanamento dall’abitazione, prevede anche il divieto di avvicinarsi alla moglie.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore travolta da un tir, stava andando a lavorare

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Travolta in bici da un tir, muore una donna

  • Travolti da un'auto dopo un incidente: tre feriti, uno è un carabiniere

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • «Dacci i soldi per tornare nel nostro Paese», parroco strattonato e rapinato in canonica

Torna su
IlPiacenza è in caricamento