mercoledì, 16 aprile 5℃

«Chi vola non può cadere più» A Corte l'ultimo saluto ad Andrea

Collegiata gremita di amici e parenti per il funerale del 17enne che sabato scorso è morto nel tragico incidente tra Polignano e Chiavenna. La lettera del Vescovo e gli striscioni degli amici: «Fai casino in paradiso»

Redazione16 agosto 2012
1

«Quando ormai si vola non si può cadere più». E ancora: «Ti hanno portato via ma noi ti ricordiamo con il sorriso. Fai casino in paradiso». Sono gli striscioni che gli amici dia Andrea Lodi Rizzini hanno realizzato per esprimere i loro sentimenti e il loro saluto all'amico di 17 anni che sabato scorso è morto nel tragico incidente avvenuto sulla strada tra Polignano e Chiavenna, dove il suo scooter, travolto da un'autocisterna, si è incendiato provocando la morte del giovane di Cortemaggiore. «Questa morte improvvisa fa soffrire i ragazzi e interroga noi adulti - ha detto il parroco don Luigi Ghidoni davanti a una collegiata gremita di amici e parenti, stretti per l'ultimo saluto ad Andrea - ma lui era un ragazzo che era sempre stato vicino al Signore».

Gli insegnanti di catechismo e gli amici hanno letto i brani della liturgia sull'altare durante la cerimonia funebre, tra la commozione generale che aleggiava in tutta la chiesa. Anche il vescovo di Piacenza Gianni Ambrosio ha voluto far arrivare una lettera in cui si è detto «vicino al dolore di chi voleva bene ad Andrea: ma la vita non è tolta, bensì trasformata». «All'inizio dell'estate - ha ripreso ancora il parroco di Corte - nessuno avrebbe mai creduto che sarebbe accaduta una tragedia del genere, che ha sconvolto tutta la nostra comunità di Cortemaggiore».

Annuncio promozionale

Andrea Lodi Rizzini
Cortemaggiore
funerali

1 Commenti

Feed
  • Avatar di Zio Adolfo

    Zio Adolfo Era meglio ..fosse rimasto in Terra. Volare ora non serve a se o alla famiglia. Sincere condoglianze.

    il 17 agosto del 2012