«Chi vola non può cadere più» A Corte l'ultimo saluto ad Andrea

Collegiata gremita di amici e parenti per il funerale del 17enne che sabato scorso è morto nel tragico incidente tra Polignano e Chiavenna. La lettera del Vescovo e gli striscioni degli amici: «Fai casino in paradiso»

L'arrivo del feretro in collegiata a Cortemaggiore

«Quando ormai si vola non si può cadere più». E ancora: «Ti hanno portato via ma noi ti ricordiamo con il sorriso. Fai casino in paradiso». Sono gli striscioni che gli amici dia Andrea Lodi Rizzini hanno realizzato per esprimere i loro sentimenti e il loro saluto all'amico di 17 anni che sabato scorso è morto nel tragico incidente avvenuto sulla strada tra Polignano e Chiavenna, dove il suo scooter, travolto da un'autocisterna, si è incendiato provocando la morte del giovane di Cortemaggiore. «Questa morte improvvisa fa soffrire i ragazzi e interroga noi adulti - ha detto il parroco don Luigi Ghidoni davanti a una collegiata gremita di amici e parenti, stretti per l'ultimo saluto ad Andrea - ma lui era un ragazzo che era sempre stato vicino al Signore».