Assalto notturno all'area di servizio, una detonazione per far saltare la cassa continua

Colpo all'area di servizio Q8 in tangenziale fra San Lazzaro e Montale. I banditi hanno usato il gas esplosivo per scardinare lo sportello blindato. Poi la fuga con i soldi. Sul posto i carabinieri e i metronotte

Lo sportello scardinato dopo l'esplosione

Una detonazione per scardinare uno sportello blindato di dieci centimetri di spessore che, come un proiettile, è finito a metri di distanza contro una colonna di acciaio tranciandola di netto. Poi la razzia di contanti e la fuga a folle velocità prima dell'arrivo dei carabinieri. E' questa la dinamica del colpo con il gas esplosivo che nella notte del 24 novembre una banda di ladri professionisti ha portato a segno tra San Lazzaro e Montale. Nel mirino è finita l'area di servizio Q8 in tangenziale, lungo la corsia in direzione della Galleana: hanno fatto detonare la cassa continua per un bottino non ancora quantificato con precisione. Delle indagini se ne stanno occupando i carabinieri del Nucleo radiomobile che sono intervenuti sul posto con due pattuglie per i rilievi.

I banditi pare siano arrivati sul posto a bordo di due potenti Audi, vetture quasi certamente rubate apposta per portare a segno il colpo. Sono scesi probabilmente almeno in quattro e, con precisione millimetrica, hanno utilizzato delle bombole per insufflare del gas acetilene - altamente esplosivo - all'interno della cassa continua posta di fianco all'ingresso dell'ufficio dell'area di servizio. Poi hanno srotolato una lunga miccia artigianale (alcuni brandelli sono stati poi trovati a terra sul posto) e con un accendino hanno dato l'innesco.
L'esplosione ha proiettato a una decina di metri lo sportello blindato, dando ai malviventi libro accesso alla sacca con il denaro in contanti. Infine la fuga a tutta velocità, probabilmente in direzione di Fiorenzuola lungo la via Emilia dove sono stati visti transitare poco dopo.

Il primo ad accorgersi di quanto accaduto è stato una guardia di Metronotte Piacenza che è transitata sul posto e ha dato subito la segnalazione ai suo colleghi e alla centrale del 112. In breve le pattuglie dei carabinieri, insieme ai Metronotte e alle volanti della questura, si sono portate in zona ma ormai i ladri erano riusciti a dileguarsi lasciando dietro di sé una ingente scia di danni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GUARDA IL VIDEO

Schermata 2017-11-24 alle 04.48.38-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio porta il coniuge trans a prostituirsi: «Arrotondiamo il bilancio familiare», denunciati

  • «Sto andando a medicare un mio amico perché è stato morso da uno squalo»: denunciato

  • Coronavirus, 33 morti a Piacenza in un giorno: è il record peggiore. Sono 314 dall'inizio dell'epidemia

  • Tamponi ed ecografia a domicilio per i sospetti Covid, quattro team medici da martedì casa per casa

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • La situazione nei comuni piacentini aggiornata al 24 marzo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento