Razzia di pannelli fotovoltaici, due colpi in due notti

In azione nelle ultime 48 ore una gang di ladri specializzati nella rimozione "chirurgica" di pannelli solari installati in siti agricoli: in tutto ne hanno due centinaia tra Rottofreno e Podenzano. Indagano i carabinieri

Un'installazione di pannelli fotovoltaici in provincia

Due colpi da decine di migliaia di euro sono stati messi a segno nelle ultime due notti in provincia dai ladri specializzati nel furto di pannelli fotovoltaici. Duecento in tutto quelli che sono stati rubati in due siti agricoli: uno in località Mamago di San Nicolò, l'altro invece a Podenzano, nell'installazione davanti alla Emiliana conserve. In totale il valore della merce rubata, e facilmente rivendibile sul mercato clandestino, è di decine di migliaia di euro. Delle indagini si stanno occupando i carabinieri della Compagnia di Piacenza.

Il primo colpo è stato portato a segno a San Nicolò e risale alla notte tra lunedì e martedì. I ladri sono arrivati probabilmente con almeno due furgoni davanti al sito installato a Mamago. Hanno tranciato la recinzione esterna passando dai campi, poi si sono dedicati allo smontaggio dei pannelli solari. Trattandosi di una banda di ladri specializzata e con nozioni tecniche specifiche, hanno adottato tutti gli accorgimenti per smontare alla perfezione, e in fretta, i preziosi elementi. Ne hanno caricati un centinaio prima di fuggire.

Questa notte, 9 maggio, colpo fotocopia, questa volta però dall'altra parte della provincia. Infatti i ladri hanno preso di mira l'installazione di fianco alla Provinciale, davanti alla Emiliana Conserve, tra San Giorgio e Podenzano, sganciando dai pali, con precisione chirurgica, altri cento pannelli solari, anche questi caricati a bordo dei loro furgoni. Poi la fuga senza lasciare traccia.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (12)

  • I pannelli fotovoltaici devono essere installati sui tetti e NON sul terreno agricolo, che si inaridirà inesorabilmente, per la qual cosa il furto ha prevenuto un danno irreversibile, non giustificabile di certo.

    • Dissento su questa affermazione. Sono d'accordo che dal punto di vista della produzione nazionale sarebbe meglio metterli sui tetti, ma i nostri agricoltori, come tutti noi fanno i loro interessi. Perchè non li mettete voi sui tetti i pannelli, se tanto ci tenete?

      • Un'informazione più accurata non guasterebbe. Se i residenti ricevessero certe agevolazioni, installerebbero i pannelli fotovoltaici sui tetti con un ritorno pure di energia ad uso pubblico, in caso di installazione su tutti gli edifici. 

        • ciao Lavinia, guarda che l'energia prodotta dai pannelli fotovoltaici installati sui tetti viene effettivamente pagata di più rispetto a quella dai pannelli installati a terra

        • Guarda che non ci vuole molto. Basta un elettricista che ti certifichi l'impianto...Sono i 10.000 euro che vai a sborsare piuttosto...

  • Sono delinquenti rinnovabili specializzati

  • Hanno fatto bene. Il fotovoltaico va sui capannoni, non sui suoli agricoli. Per chi non se ne intende, sono sarcastico...

    • Uno con la sua terra ci fa quel che vuole, considerato che gli agricoltori lavorano un sacco e guadagnano poco...e ringraziamo anche l'Europa che ci impone le quote produttive.

  • Indoviniamo di che nazionalità sono......?

    • sono della razza dei ladri, preferisci farti derubare da uno straniero o da un compaesano?

    • razzi-sta

    • Sicuramente sono piacentini..... al massimo romanioli.......

Notizie di oggi

  • Video

    Incendio nei sotterranei dell'ospedale, vigili del fuoco al lavoro per ore

  • Politica

    La proposta di Garilli e Reboli (Lega): «Campo nomadi da chiudere entro il 2020»

  • Fiorenzuola

    Tenta di uccidere il figlio e la moglie, massacra il cane e apre il gas: fermato 62enne

  • Eventi

    Centro storico, domenica arriva lo Sbaracco

I più letti della settimana

  • Viveva e lavorava in città l'aggressore del carabiniere. In casa la bandiera del Si Cobas

  • Tenta di uccidere nel sonno il figlio e la moglie, massacra il cane e apre il gas

  • Tenta di uccidere il figlio e la moglie, massacra il cane e apre il gas: fermato 62enne

  • Suv sfonda il guardrail in curva e si ribalta

  • «Mustafa, Lorenzo e Giorgio liberi subito». Sit-in davanti al carcere delle Novate

  • «Dacci la borsa o ti ammazzo». Pistola in faccia, donna con la madre anziana reagisce alla rapina

Torna su
IlPiacenza è in caricamento