Già imputato per l'aggressione ai profughi, prende a sprangate le auto di passaggio: arrestato

Senza nessun motivo, ubriaco fradicio si è messo in mezzo alla strada e avrebbe spaccato con una spranga i finestrini di due auto, poi è stato bloccato e arrestato. Follia a Bettola, protagonista il giovane accusato di aver aggredito un richiedente asilo in paese mesi fa. A febbraio era iniziato il processo

Immagine di repertorio

Senza nessun motivo, ubriaco fradicio si è messo in mezzo alla strada e avrebbe spaccato con una spranga i finestrini di un'auto di passaggio con a bordo una donna, poi si sarebbe accanito contro un'altra vettura e infine è stato placcato da un uomo che sopraggiungeva con un camion carico di legna. In pochi minuti sono arrivati in forze i carabinieri che non senza fatica lo hanno bloccato, immobilizzato e caricato in auto. Protagonista del gravissimo episodio accaduto il 5 aprile a Bettola, il 28enne Luigi Campelli. L'uomo sta affrontando il processo che lo vede imputato per lesioni aggravate, porto di oggetti atti all'offesa, violenza privata, ingiurie, minacce, tentato incendio, stalking, accuse aggravate dal movente razziale. Secondo le accuse del pm Emilio Pisante a Bettola ai primi di settembre dello scorso anno, lui e altri due uomini avrebbero gettato liquido infiammabile nella casa che ospitava alcuni richiedenti asilo africani in paese. Poi, un ivoriano sarebbe stato colpito e ferito - ma solo da una persona - con una spranga in mezzo alla strada e ferito. Al momento Campelli si troverebbe in stato di arresto.

Il giovane nel tardo pomeriggio di venerdì, pare che sia uscito dalle Novate un paio di giorni fa, si trovava nei pressi di un locale a Bettola, sulla provinciale poco prima del ponte, quando visibilmente alterato, ha dato in escandescenze. Si sarebbe buttato in mezzo alla strada colpendo la prima cosa che si è trovato davanti, ossia un'auto condotta da una donna che è stata poi soccorsa in stato di choc. L'uomo le si è messo davanti, lei avrebbe frenato per non travolgerlo e lui avrebbe spaccato i vetri dell'auto. Stessa sorte è toccata a un'altra vettura fino a quando è soppraggiunto un uomo a bordo di un camion che trasportava legna, che ha cercato di bloccarlo insieme ad altri cittadini: in pochissimi minuti sono arrivati poi i carabinieri di Rivergaro e Bettola anche con il comandante Gianluigi Morenghi. Campelli si sarebbe scagliato anche contro i militari. Fortunatamente, nonostante fosse estremamente violento, nessuno è rimasto ferito. Sul posto ovviamente anche il sindaco Paolo Negri: «La mia cittadinanza è molto preoccupata. Si tratta di una persona ormai imprevedibile. Ringrazio i carabinieri che sono sempre fondamentali specialmente nei paesi. A loro va la mia estrema riconoscenza . Tempestivi, pronti e professionali hanno evitato il peggio. Immediatamente, per il ruolo che ricopro e per le responsabilità che ho verso i miei cittadini, ho avvisato il comandante provinciale dell'Arma, e successivamente il prefetto e il questore: siamo molto preoccupati per il comportamento sempre pù violento di quest'uomo». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Treno di pendolari colpito dal carrello di un treno merci, quattro feriti

  • Gazzella dei carabinieri travolta da un'auto durante un controllo

  • A 17 anni scappa dalla polizia e si schianta contro il guard rail

  • Trova tre ladri in casa di notte, fa a botte e ne blocca uno. Arrestato un 31enne clandestino

  • Muore due giorni dopo l'incidente in scooter, tre paesi in lutto per "Bicio"

  • Spunta un quadro nel giardino della Ricci Oddi, è identico al Klimt

Torna su
IlPiacenza è in caricamento