I pericoli degli scali ferroviari, arrivano le brochure multilingue per i migranti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

La polizia ferroviaria che quest'anno celebra il 110esimo anniversario dalla fondazione, lancia la campagna "keep safe from railway risk" realizzata per sensibilizzare i migranti rispetto ai pericoli connessi con un utilizzo improprio del mezzo ferroviario. Il passaggio dei profughi riguarda infatti anche le vie di comunicazione ferrate e finisce per tradursi talvolta in comportamenti estremamente pericolosi quali camminare lungo i binari, arrivando fino ad addentrarsi nelle gallerie, ovvero viaggiare sui tetti dei treni, con il rischio elevatissimo di rimanere folgorati.

Sono quattro i migranti deceduti nei primi sei mesi dell'anno ed altrattanti i feriti con un trend in deciso aumento rispetto al 2016 che, durante l'intero anno solare, aveva fatto registrare complessivamente tre decessi e tre ferimenti. Gli ultimi tragici episodi sono stati rilevati nelle sole ultime due settimane. L'iniziativa della Polfer, caratterizzata dalla distribuzione di brochure informative multilingue presso le stazioni principalmente interessate dal flusso dei migranti ovvero presso i centri di accoglienza e permanenza, si propone di arginare il fenomeno incidentale aumentando la consapevolezza tra i profugh circa i pericoli propri dello scalo ferroviario, spesso poco noti nelle terre di origine.  Gli stranieri costituiscono i principali destinatari della campagna che si propone allo stesso tempo più ampie ricadute positive sulla regolarità della circolazione ferroviaria. 

Torna su
IlPiacenza è in caricamento