I pisarei del Gnassu e il folk di Daniele Ronda tra i terremotati

Successo per l'iniziativa di solidarietà realizzata da Anpas e Svep di Piacenza. Presenti anche gli assessori Palladini e Gazzolo. Paolo Rebecchi: «Qui le pubbliche assistenze stanno facendo un lavoro importante»

Il Gnasso insieme al fratello Angelo in cucina per preparare i pisarei. Dietro di lui il cantante Daniele Ronda e Paolo Rebecchi

Serata di solidarietà, musica e buona cucina quella che ha avuto come protagonisti ieri a Confine, frazione di S.Felice sul Panaro, i famosi pisarei del ristorante “Gnasso” ed il Folk di Danile Ronda; nel ruolo di promotori dell'evento lo Svep (centro di servizio per il volontariato) ed Anpas Piacenza. «Abbiamo scelto questo territorio - spiega Paolo Rebecchi, Coordinatore provinciale di Anpas - perché non si limita ai confini di un singolo campo, ma funge come centro di aggregazione e ritrovo per tutta la comunità locale e gli abitanti dei paesi limitrofi».

Accolti dal vicesindaco di San Felice sul Panaro i volontari piacentini hanno potuto constatare di persona i danni ancora ben visibili nelle aree non accessibili alla popolazione e lo stato di avanzamento dei lavori di demolizione e ricostruzione. «Vorrei sottolineare - continua Rebecchi - l'importante attività che le pubbliche locali stanno svolgendo in questa area. La non facile situazione è resa ancora più difficile dal fatto che molte associazioni si sono trovate le sedi gravemente danneggiate dopo il sisma, le quali non hanno comunque voluto mancare a questa serata di solidarietà».

Presenti invece già dal mattino i gestori ed i dipendenti del “Gnasso” per la preparazione dei pisarei che sono state distribuite durante la cena mentre le offerte raccolte andranno a finanziare dei progetti di carattere locale. Forte però anche il valore simbolico dell'iniziativa, punto di via di una rete di collaborazioni ed aiuti che Anpas Piacenza andrà avviare nelle prossime settimane per portare  supporto e solidarietà a queste zone dell'Emilia. Presenti anche Giovanna Palladini, assessore del Comune di Piacenza a portare il saluto del sindaco e della giunta comunale e Paola Gazzolo, Assessore Regionale alla Sicurezza territoriale, difesa del suolo e della costa, protezione civile: «Sono ormai 1500 le scosse che da quel tragico 20 maggio si sono succedute in Emilia Romagna. Uno sciame sismico a cui ha fatto seguito uno sciame di solidarietà ancor più vasto a favore delle popolazioni terremotate. Ieri sera ho preso parte all'iniziativa promossa dallo Svep e dell'Anpas di Piacenza a San Felice sul Panaro, dove sono sbarcati i pisarei del Gnasso accompagnati dai ritmi folck di Daniele. Un grande successo: complimenti a tutti gli organizzatori che hanno dimostrato di avere un cuore grande come l'Emilia Romagna e oltre».

Si rimarca che circa 70 volontari delle Pubbliche Assistenze piacentine hanno preso parte all’ iniziativa. Particolarmente toccante il momento dei riconoscimenti ufficiali fatti all’assessore Palladini, al Gnasso e a Paolo Rebecchi, a cui si sono aggiunti gli applausi sinceri della popolazione.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    «I cittadini attendono risposte concrete da 15 anni. Noi gliele daremo»

  • Politica

    Ecco il nuovo Consiglio comunale di Piacenza

  • Cronaca

    Trovata dalle unità cinofile in alta Valtrebbia la donna scomparsa

  • Cronaca

    "Neanche spezzata retrocede", la Guardia di Finanza compie 243 anni

I più letti della settimana

  • Sbanda e finisce contro un palo, muore una 25enne

  • Stroncato mentre arrampica in salita con la bici, muore un uomo

  • Trovata dalle unità cinofile in alta Valtrebbia la donna scomparsa

  • Si schianta contro un palo per evitare un'auto, gravissimo un motociclista

  • Parco Galleana, ucciso il cinghiale Agostino

  • A 84 anni cade con la Harley Davidson e batte la testa, gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento