Auto esce di strada in rettilineo e si schianta. Castellarquato, muore un 34enne

Non c'è stato nulla da fare per salvare la vita di Gianni Marchetti, piacentino di 34 anni, che nel pomeriggio di domenica 29 settembre è rimasto vittima di un grave incidente avvenuto lungo la strada della Fitta, che collega Castellarquato a Vigolo Marchese

La scena del tragico incidente

Non c'è stato nulla da fare per salvare la vita di Gianni Marchetti, piacentino di 34 anni, che nel pomeriggio di domenica 29 settembre è rimasto vittima di un grave incidente avvenuto lungo la strada della Fitta, che collega Castellarquato a Vigolo Marchese passando dalla località Cristo: la sua auto è uscita di strada per cause che sta accertando la polizia stradale di Piacenza, e si è schiantata contro un palo di cemento e poi contro un muro. I soccorritori del 118 hanno cercato a lungo di rianimarlo, ma senza riuscirci.

Da una prima ricostruzione della dinamica, il giovane, alla guida di una Audi A3, stava percorrendo un lungo tratto rettilineo. All'improvviso però la vettura ha sbandato sulla destra finendo fuori strada. L'impatto con un palo di cemento prima, e con un muro subito dopo, è stato violentissimo. Sul posto i vigili del fuoco di Fiorenzuola e i volontari della Pubblica assistenza di Lugagnano lo hanno estratto dall'abitacolo, poi sono iniziate le manovre di rianimazione insieme ai sanitari del 118 arrivati da Fiorenzuola a bordo dell'autoinfermieristica. Poco dopo è atterrata anche l'eliambulanza di Parma, ma ormai per il 34enne non c'era più nulla da fare.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Ma quale gigante buono? Quale raptus? Basta superficialità sui femminicidi»

  • La sorella di Elisa scrive a Massimo Sebastiani: «Piangi? Ormai sei il mio incubo»

  • Muore a 22 anni dopo lo schianto contro un terrapieno, trovata dopo diverse ore

  • Massimo scrive di una busta misteriosa: un affare li avrebbe potuti dividere e lui l'ha uccisa?

  • «Salvini con il rosario in mano? A Cortemaggiore si è anche inginocchiato in chiesa, magari facessero tutti così»

  • Per alcune notti Massimo ha vegliato Elisa nel bosco e ha dormito accanto al suo corpo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento