Dopo un folle inseguimento tra la gente si scaglia contro i carabinieri: arrestato

Folle inseguimento nel tardo pomeriggio di giovedì 19 settembre da Quarto alla Besurica dove l'uomo alla guida ha abbandonato l'auto per poi fuggire a piedi. Una volta braccato si è scagliato contro i carabinieri ferendone uno. Ora sono in caserma entrambi. I militari sono stati applauditi dalle decine di persone che hanno assistito alla scena

L'arresto (foto Gatti)

Folle inseguimento nel tardo pomeriggio di giovedì 19 settembre tra le vie della Besurica. I carabinieri di Rivergaro guidati dal luogotenente Roberto Guasco, da sempre impegnati anche nella lotta allo spaccio, hanno intercettato un'auto sospetta con a bordo un uomo, probabilmente di orgine nordafricana, e una donna all'altezza di Quarto. Quando si sono visti braccati dalle pattuglie della Stazione di Rivergaro e da quelli del Radiomobile in città, hanno fatto di tutto per seminarli ma hanno avuto la peggio. Dopo manovre molto pericolose ad alta velocità anche nei pressi dei giardini pubblici, in quel momento frequentato da famiglie con bambini, in via Malaspina l'uomo ha lasciato l'auto e la ragazza per darsi alla fuga a piedi non prima di aver buttato in un bidone un involucro, forse droga. I carabinieri, con loro anche alcuni residenti che hanno indicato loro la via di fuga del malvivente, lo hanno bloccato nei pressi di via Placentia dove c'è il campo sportivo a qualche centinaio di metri. Nel tentativo estremo di liberarsi si è scagliato contro i militari ferendone uno al braccio e alla testa. Entrambi sono stati portati in caserma. Quando le decine di persone che hanno assistito all'inseguimento hanno visto i carabinieri prendere il malvivente hanno applaudito per qualche minuto urlando "bravi, bravi!". Il militare ferito è stato poi portato in pronto soccorso, non è grave.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Investito da una fiammata, gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento