Il marito interrogato per ore alla fine crolla: «Così ho ucciso Kaur»

Kulbir Singh ha confessato all'alba di aver ucciso la moglie Kaur Balwinder. E' stato torchiato per tutta la notte dai carabinieri e dal pubblico ministero. Ora andrà in carcere alle Novate

L'arresto di Kalbir Singh (foto bisa)

Kulbir Singh, 36enne indiano, è stato arrestato per omicidio. Nella notte è crollato, interrogato e torchiato per ore dai carabinieri del Nucleo investigativo e dal pubblico ministero, ammettendo, alla fine, quello che già tutti sospettavano fin dal primo giorno. Cioè di avere ucciso la moglie Kaur Balwinder, della quale aveva denunciato la scomparsa proprio quindici giorni fa per depistare gli inquirenti. Ma, con il ritrovamento del cadavere in Po ieri pomeriggio, è avvenuta la svolta del caso.

Gli inquirenti infatti si sono accorti subito che quella donna non era morta nell'acqua.Non appena ritrovato il corpo della 27enne, i carabinieri sono subito andati a casa del bergamino di Baselicaduce e lo hanno portato in caserma a Fiorenzuola. Qui è iniziato un esteuante interrogatorio, e all'alba alla fine è crollato confessando l'omicidio. «All termine della confessione era provato e si è messo a piangere, pentito per ciò che aveva commesso» dicono gli inquirenti.

TUTTA LA VICENDA RACCONTATA DAGLI INQUIRENTI

LA SCOMPARSA DELLA DONNA

LE INDAGINI

IL RITROVAMENTO DEL CORPO

PARLA L'AVVOCATO DEL MARITO

LA REAZIONE DELLA LEGA NORD

(In basso, Kaur Balwinder insieme al marito Kulbir Singh)

kaur balwinder e kalbir singh-2

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (64)

  • in carcere....ma al suo paese !!!! io non voglio mantenerlo in Italia !!!!! Povera donna....mi dispiace...

  • Avatar anonimo di Fatina del Buonsenso
    Fatina del Buonsenso

    ha ucciso una donna INCINTA!!!!! per questi casi ci vorrebbe la cara vecchia pena di morte!!! e invece ci toccherà pure mantenerlo in carcere...

  • Dovrebbe essere ripristinata la pena di morte per tali crimini. Un assassino pervaso di pregiudizi, ignoranza, insensibilità, stupidità, condizionamenti familiari e falsamente religiosi: IPOCRITA, FALSO e VILE fin nelle midolla, senza neppure il coraggio di giustificare le proprie azioni e con l’omertà del parentado, madre megera in testa. Ed a quale pentimento si dovrebbe credere, se non all’ulteriore recita indotta stavolta, DOPO il rinvenimento del cadavere? Un essere repellente, SENZA un accenno di pietà neanche per la vita dei suoi figli, perché per la consorte immolata all’oppressione maschilista, PARLANO la dolcissima femminilità e la forza interiore nel reggere tale barbarie coniugale,perpetrata nel tempo ed occultata dalla famiglia allargata di tali infami. E ringraziamo il nostro Po, che ha restituito la salma e ringraziamo il provvidenziale pescatore rumeno, che si è comportato civilmente. In caso contrario il coniuge indiano avrebbe recitato indefesso il copione dell'innocente sconfortato: neppure il coraggio ha mostrato di avere, nello sostenere la supposta legittimità delle proprie azioni, che, se consentite dalle norme indiane, in Italia NON sono contemplate dai codici vigenti. UN PROCESSO ED UNA CONDANNA ESEMPLARI. L'Italia è sovrana nel proprio Stato e NON solo l'India. NESSUNA INTEGRAZIONE E’ POSSIBILE CON CHI NON RICONOSCE ALLA DONNA. I DIRITTI INALIENABILI.

  • Omicidio BARBARO della propria moglie e madre di due creature. Si tratta di un assassino anaffettivo, di un essere indegno e spietato che NON ha avuto, se non amore, neppure rispetto o pietà della vita del nascituro; si tratta di un animale stupido (e chiedo scusa alle bestie) che, SENZA un motivo concreto e/o plausibile, si è sentito in diritto di sopprimere ben due vite umane. Una belva ignorante ed insensibile, sobillata dalla vecchia madre convivente e dal parentado, condizionata dalla mentalità retriva del paese d'origine, da cui è rimasta avviluppata, anziché recepire il RISPETTO dovuto ad ogni persona umana ed ancor più alla DONNA, alla compagna della propria vita, alla madre dei propri figli. Come ho sempre appurato, fin nella scuola per la mia professione, NON esiste integrazione reale con certe etnie che mantengono l'autoesclusione e faticano a reggere la convivenza, pacifica in apparenza, se non per poter "sbarcare il lunario". Una nuova vittima del FEMMINICIDIO, espressione di ignoranza e di paura nei confronti della donna. Auspico a tale criminale un trattamento carcerario, il peggiore possibile ed una morte indegna e meritata. Mi sento ribollire di rabbia e mi sento toccata nel profondo di fronte all'inferno ed alla sofferenza vissute dalla poveretta, solo perché DONNA. Sorridere ed essere solare NON è concesso alla donna indiana, ma lavorare ed essere sfruttata come e peggio di un uomo sì, questo è addirittura imposto. E sarebbe civiltà questa? BASTA CON QUESTA CARNEFICINA. BASTA SOPPRIMERE LA DONNA, NON IMPORTA DI QUALE ETNIA, PERCHE’ ASPIRA ALLA LIBERTA’. BASTA.

  • Calabrese per me vuol dire italiano e nonostante il delitto d'onore abbiamo sempre rispettato le nostre donne,che poi sono diventate mogli e madri.Faelpalm voleva dire che la differenza tra il gesto di un indiano o un marocchino ed un italiano è minima se il movente è la gelosia o la fine di una convivenza che l'uomo,pezzo forte e orgoglioso,non tollera.Per gli stranieri si potrebbe dire che è più facile punire l'adultera (con la lapidazione,mentre l'uomo se la "cava" con frustate) .,il comportamento aperto verso gli occidentaki,il vestire non tradizionalmente,il convivere con lo straniero, perchè le punizioni sono scritte nei testi o tramandate.e contemplano la morte, unica alternativa al disonore. Questa gente poi è convinta che ha agito bene a difesa dei suoi principi e non fa paura il carcere,anzi pensano che rinsaldi la stima fra la propria gente.Quanto tempo ci vorrà perchè le nuove generazioni di questa gente metta a tacere i pregiudizi degli anziani?

  • per Ugo Moira,io sono calabrese e fino a qualche anno fa il tradimento o la moglie fedigrafa e il fedigrafo venivano puniti per lavare il disonore della famiglia...bene ci siamo civilizzati,lo facessero anche chi viene qui da altri paesi e che si adeguino alle nostre leggi e non schiavizzino piu le loro donne

    • non dirlo a Maple ti prego che se si sveglia poi gli crolla il castello di sogni e non mi diverto più scherzi a parte speriamo davvero che grazie ai nuovi sistemi comunicativi qualcosa si smuova anche dove fino ad ora hanno avuto la meglio l'ignoranza e la paura (sisi maple anche in "padania"...così ti risparmio di farcelo notare)

  • Per Faelelpalm; ma tu vuoi paragonare dei gesti perpetrati da folli o squilibrati ad un gesto fatto e dettato da un insegnamento a noi sconosciuto nei confronti di una donna che cercava di integrarsi nella civilta' occidentale?

  • BENE L'ARMA NON CI TRADISCE MAI Pochi commenti ben fatto, le indagini senza bisogno di troppi esperti e molteplici opinionisti, cantanti, belle donne, avvocati, pizzaioli, farmacisti giornalisti, trombettieri, percussionisti, trascinatori, confusionisti, e me medesimo. Basta, il capitano Rocco Papaleo in collaborazione con il maresciallo Ercole Dall'ospedale si sono limitati a dire i rilievi che, abbiamo i dati dalla Procura dellaRepubblica di Piacenza. Anno concluso con un lungo colloquio con l'indagato per ore facendo si di aver fatto centro, Bravi carabinieri e tutte le forze di polizia indagini fatte come una volta, anche con mezzi tecnici di ultima generazione. Vorrei fare un appunto il 26-05-2012 alle ore 19·30 telefonai ai carabinieri di Fiorenzuola D'arca presentandomi parlai con l'appuntato M.....; nella conversazione reciproca, dissi la signora kaur Bal winder era morta e il marito responsabile del delitto e che il corpo di lei si trovava nel fiume Po ricerche non terminate del punto dove approssimativamente il corpo era. L'appuntato disse come avevo fatto a sapere che loro non erano aggiornati ancora, ma pensavano alla stessa conclusione. Sono emozionato, 35 anni di Radiestesia da Erborista applicata con esperienza, sui crimini cominciai con yara Gambirasio, commenti fatti firmati Guglielmo spero di migliorare. Guglielmo 29-05-2012 - 10:15

    • non ho capito niente di quel che hai scritto,sembra il tema di un bambino di terza elementare,pieno di errori,senza punteggiatura fiorenzuola d'arca poi è il top dei top applicati di più

  • ma dai che adesso x fortuna si è già PENTITO!!! effettivamente la pena di morte, ritengo in questo caso sia una sentenza EQUA!!

  • La cenere è un ottimo fertilizzante, a Borgoforte!

  • Bene, ancora una volta il sito da eccelle per commenti sapienti ed autorevoli, certo che sono incivili. Al punto che nel loro paese non insegnano a chi ha la possibilità di andare a scuola, l' educazione civica e il codice penale italiano. Forse l' aveva studiato il padre dell' individuo, ed ai suoi tempi aveva appreso dell' esistenza del delitto d'onore. Ed ha trasmesso al figlio questa informazione, il quale per negligenza non si è aggiornato e non sa che è stato abrogato nell' agosto 1981. Nessuna approvazione o scusante per questo gesto, ma prima di ergersi a giudici riflettiamo, 31 anni non sono un era, quanto giudicato oggi incivile era riconosciuto dal nostro codice penale poco più di una generazione fa. Lo ripeto a scanso di commenti che sicuramente arriveranno, non approvo in nessun modo quanto avvenuto ma voglio far riflettere sulla supposta nostra civiltà. ciao a tutti

    • al di la del codice penale non ricordo nessuno dei miei conoscenti,parenti o antenati che abbia mai nemmeno lontanamente condiviso le idee sul ruolo inferiore della donna descritte nell'articolo sui parenti e amici della vittima.. ne tantomeno mi risultano omicidi nel mio ambito fam negli ultimi due secoli (prima non so..) da quanto scrivi si potrebbe dedurre  che nel tuo ambiente invece si sia atteso il legislatore e quindi avete smesso di considerarvi superiori e padroni delle donne solo dall'81.. è così?

  • Meno male che solo qualche tribù sperduta della lontana Nuova Guinea ammette il cannibalismo, ma allora bisogna fare attenzione a qualche finto samoano che viene a giocare a rugby

  • Per l'uomo indiano non è un delitto,e solo un atto d'onore,perchè il divorzio ed il tradimento sono un disonore,Non puoi dire che in Italia siamo più "civili" ad un indiano o ad un maomettano,perchè la loro religione e la loro tradizione li indirizza ad atti che l'occidente punisce.Parlare di sottostare alle nostre leggi,per questi non significa nulla e sanno a cosa vanno incontro,ma difendono ad ogno costo i principi tra i quali il comportamento amichevole con lo straniero,il non vestire secondo tradizioni, frequentare ragazzi italiani o europei (Ricordo Brescia,dove il padre uccise la ragazza ma i giudici furono tutti i familiari). Che fare con questa gente! Se ci ragioni ti dicono che davanti a certe cose la nostra punizione non ha valore.Non rinunvciano alla loro nazionalità. Solo chi trasgredisce condanna e considera superati certi principi Ma rischia in molti casi la morte violenta.Condannato,lui sarà fiero di se stesso,Che soddisfazione di m......

    • sperando che non arrivi qualche antropofago fiero della propria civiltà.. nel frattempo auspicherei pene differenti a cominciare dal trattamento carcerario.. mo ti fai l'ergastolo in stile "carcere indiano" così la punizione prende un valore umanitario e universale comprensibile anche ai tarati di ogni specie..

  • Dovrebbe essere ripristinata la pena di morte per tali crimini. E ringraziamo il nostro Po, che ha restituito la salma e ringraziamo il provvidenziale pescatore rumeno, che si è comportato civilmente. In caso contrario il coniuge indiano avrebbe recitato indefesso il copione dell'innocente sconfortato: neppure il coraggio ha mostrato di avere, nello sostenere la supposta legittimità delle proprie azioni, che, se consentite dalle norme indiane, in Italia NON sono contemplate dai codici vigenti. UN PROCESSO ED UNA CONDANNA ESEMPLARI. L'Italia è sovrana nel proprio Stato e NON solo l'India.

  • Errata corrige. Grazie. La diversità c'è eccome: si tratta dell'omicidio BARBARO della propria moglie e madre di due creature. Si tratta di un omicida anaffettivo, di un essere indegno e spietato che NON ha avuto, se non amore, neppure rispetto o pietà della vita del nascituro; si tratta di un animale stupido (e chiedo scusa alle bestie) che, SENZA un motivo concreto e/o plausibile, si è sentito in diritto di sopprimere ben due vite umane. Una belva ignorante ed insensibile, sobillata dalla vecchia madre convivente e dal parentado, condizionata dalla mentalità retriva del paese d'origine, da cui è rimasta avviluppata, anziché recepire il RISPETTO dovuto ad ogni persona umana ed ancor più alla DONNA, alla compagna della propria vita, alla madre dei propri figli. Come ho sempre appurato, fin nella scuola per la mia professione, NON esiste integrazione reale con certe etnie che mantengono l'autoesclusione e faticano a reggere la convivenza, pacifica in apparenza, se non per poter "sbarcare il lunario". Una nuova vittima del FEMMINICIDIO, espressione di ignoranza e di paura nei confronti della donna. Auspico a tale criminale un trattamento carcerario, il peggiore possibile ed una morte indegna e meritata. Mi sento ribollire di rabbia e mi sento toccata nel profondo di fronte all'inferno ed alla sofferenza vissute dalla poveretta, solo perché era DONNA. Sorridere ed essere solare NON è concesso alla donna indiana, ma lavorare ed essere sfruttata come e peggio di un uomo sì, questo è addirittura imposto. E sarebbe civiltà questa? BASTA CON QUESTA CARNEFICINA. BASTA SOPPRIMERE LA DONNA, NON IMPORTA DI QUALE ETNIA. BASTA.

  • Errata corrige. Grazie. La diversità c'è eccome: si tratta dell'omicidio BARBARO della propria moglie e madre di due creature. Si tratta di un omicida anaffettivo, di un essere indegno e spietato che NON ha avuto, se non amore, neppure rispetto o pietà della vita del nascituro; si tratta di un animale stupido (e chiedo scusa alle bestie) che, SENZA un motivo concreto e/o plausibile, si è sentito in diritto di sopprimere ben due vite umane. Una belva ignorante ed insensibile, sobillata dalla veccha madre convivente e dal parentado, condizionata dalla mentalità retriva del paese d'origine, da cui è rimasta avviluppata, anziché recepire il RISPETTO dovuto ad ogni persona umana ed ancor più alla DONNA, alla compagna della propria vita, alla madre dei propri figli. Come ho sempre appurato, fin nella scuola per la mia professione, NON esiste integrazione reale con certe etnie che mantengono l'autoesclusione e faticano a reggere la convivenza, pacifica in apparenza, se non per poter "sbarcare il lunario". Una nuova vittima del FEMMINICIDIO, espressione di ignoranza e di paura nei confronti della donna. Auspico a tale criminale un trattamento carcerario, il peggiore possibile ed una morte indegna e meritata. Mi sento ribollire di rabbia e mi sento toccata nel profondo di fronte all'inferno ed alla sofferenza vissute dalla poveretta, solo perché DONNA. Sorridere ed essere solare NON è concesso alla donna indiana, ma lavorare ed essere sfruttata come e peggio di un uomo sì, questo è addirittura imposto. E sarebbe civiltà questa? BASTA CON QUESTA CARNEFICINA. BASTA SOPPRIMERE LA DONNA, NON IMPORTA DI QUALE ETNIA. BASTA.

  • Tanto era quasi scontato. Certo che questi qui dovrebbero capire che in Italia vige la legge ITALIANA, non si puo' fare il caXXo che gli pare .....

  • Avatar anonimo di Francis Drake
    Francis Drake

    non ne farei nemmeno tanto un problema di nazionalità, sapete come la penso, mi auguro solo che si tratti di follia, altrimenti non riesco proprio a capire come un uomo possa arrivare ad uccidere la madre dei propri figli per altri motivi. Se non è follia nessuna pena basterà a punirlo.

    • Alt!! devo correggerti..voci di paese (BAR) il primo figlio di 5 anni (sembra non fosse dello strangolatore) il secondo in arrivo (neanche su quello c'era la certezza del padre) A voi le conclusioni, è che di solito quando un amore finisce (si soffre logicamente) ma ci sono così tanti partner al mondo che dai là su...

  • Ora speriamo in una giustizia ESEMPLARE!!! Nessun sconto di pena, nessuna pietà!!!

  • ma che schifo... che gente di m.erda.. e secondo qualche allegro co.glione noi umani saremmo tutti uguali??? perfino il mio cane ragiona meglio di questi cavernicoli

    • Evidentemente il tuo cane ragiona anche meglio di te!

      • evidentemente o condividi la loro cultura tribale o sei accecato da qualche dogma.. in tutti casi vedi di farti i c.... tuoi che abbiamo già abbastanza piaghe infette senza che ci vieni ad ammorbare pure tu

        • Alt!!! Mi permetto di correggerti, in italia chi è così retrogrado, ignorante e geloso (ce ne sono tanti purtroppo di casi di cronaca nera a testimoniarlo) sono solo ed esclusivamente i meridionali, che da buoni primitivi ragionano sulle donne che se non son + loro, non saranno mai di nessunaltro!!! p.s. anche la mia cagnolina ragiona meglio di questa feccia...

          • Grazie Bortellina....il meridione ringrazia....

          • ma quale film hai visto???

        • Non condivido alcuna cultura, ritengo semplicemente che la terra sia fatta di uomini, non di razze. e poi ci sono gli animali...come te

          • No no, non è un animale...Komiko Komiko è una nullità, possiede la più piccola quantità di materia grigia di questo pianeta...è diverso!!!

            • quanto basta a riconoscere un quadrumane.. anche ad occhi chiusi, questione di olfatto..

          • Avatar anonimo di Francis Drake
            Francis Drake

            in questo caso purtroppo gli animali ci fanno una figura molto ma molto più bella di questo indiano.

            • Perfettamente in accordo con te, su questo nn c'è dubbio. Disdegno semplicemente il fatto che si sottolinii di continuo la nazionalità dell'uomo. Non sono qui di certo a giustificare o difendere nessuno.

              • caz,zo ma sai leggere? cos'è che non hai capito di quanto asserito dagli inquirenti sugli usi e costumi di queste belle persone? trovi normale che un genere umano (quello femminile) debba sottostare a regole inumane (quelle si che lo sono) per motivi religiosi o di etnia? a certì individui provenienti da culture inferiori e tarate ci sarebbe da togliergli almeno i figli  quando chiedono ospitalità prima che possano rovinare anche loro..

          • e tanto per capirci qua l'unica bestia di cui si avverte la presenza è la scrofa che ti ha generato... insulta lei..

            • comunque, vedi che mi dai ragione? non è un problema di razza, ma di uomini! la tua testa nn ragione certo meglio di quella dell'extracomunitario coinvolto nella vicenda in questione. Eppure si presume tu abbia ricevuto un'educazione occidentale e dal momento che appartieni ad una razza superiore i tuoi geni dovrebbero impedirti di reagire in questo modo, e invece dimostri di tirar fuori gli istinti animali più bassi se provocato...

              • infatti ti sto venendo a prendere per strangolarti e buttarti in po, protetto da tutta la mia tribù scimmiesca... ma di quali istinti vai cianciando?

            • Che gentiluomo!

              • mica siamo tutti cristiani che porgono l'altra natica.. se m'insulti che t'aspetti?? i cioccolatini?

          • quindi sei cieco.. non noti le differenze ma vuoi dire la tua ugualmente.. bravissimo, hai tutta la mia compassione

  • w la cultura occidentale! questa è gente che vive nel medioevo, e come sempre , a pagare , sono le donne che si ribellano. arabi, indiani, pakistani, nigeriani: razze inferiori.

    • We' sveglione guarda che questo gravissimo atto non è poi così tanto diverso dal piacentino che sgozza una cinese, dal tipo piacentino che getta una vecchia dal balcone, dalla nipote di Prodi che uccide il povero Samuele, ecc....ecc... Ti credi superiore come razza? Sei tu ad essere inferiore...come cervello sicuramente. Abbassa la cresta che fai più bella figura.

      • La diversità c'è eccome: si tratta dell'omicidio BARBARO della propria moglie e madre di due creature. Si tratta di un omicida anaffettivo, di un essere indegno e spietato che NON ha avuto, se non amore, neppure rispetto o pietà della vita del nascituro; si tratta di un animale stupido (e chiedo scusa alle bestie) che, SENZA un motivo concreto e/o plausibile, si è sentito in diritto di sopprimere ben due vite umane. Una belva ignorante ed insensibile, sobillata dalla veccha madre convivente e dal parentado, condizionata dalla mentalità retriva del paese d'origine, da cui è rimasta avviluppata, anziché recepire il RISPETTO dovuto ad ogni persona umana ed ancor più alla DONNA, alla compagna della propria vita, alla madre dei propri figli. Come ho sempre appurato, fin nella scuola per la mia professione, NON esiste integrazione reale con certe etnìe che mantengono l'autoesclusione e faticano a reggere la convivenza, pacifica in apparenza, se non per poter "sbarcare il lunario". Una nuova vittima del FEMMINICIDIO, espressione di ignoranza e di paura nei confronti della donna. Auspico a tale criminale un trattamento carcerario, il peggiore possibile ed una morte indegna e meritata. Mi sento ribollire di rabbia e mi sento toccata nel profondo di fronte all'inferno ed alla sofferenza vissute dalla poveretta, solo perché era DONNA. Sorridere ed essere solare NON è concesso alla donna indiana, ma lavorare ed essere sfruttata come e peggio di un uomo sè, questo è addirittura imposto. E sarebbe civiltà questa? BASTA CON QUESTA CARNEFICINA. BASTA SOPPRIMERE LA DONNA, NON IMPORTA DI QUALE ETNIA. BASTA.    

        • Non vedo diversità trattandosi di crudeli omicidi...che sia donna o uomo a morire...siamo tutti esseri umani. Piantamola di averla sempre con le razze...qui si sono gravissimi problematiche sociali. Prima era addirittura peggio...è un fatto da condannare nella maniera più assoluta...ma per favore non mettiamo di mezzo le culture. 

          • Sei sicuro di quello che dici?...beh vallo a chiedere ad IIna ed alle altre che hanno fatto la sua stessa fine nel nome delle "tradizioni"

            • Io sono sicurissimo di quello che dico. Queste non sono tradizioni è pura ignoranza, proprio come la tua che credi che siano tradizioni...con gli Indiani ho lavorato tantissimo. Non è gente che ha queste tradizioni. La religione (anche quella cattolica) porta l'uomo a restare ignorante...tutte le religioni sono contro lo sviluppo.

      • sarà mica che invece come caso assomiglia a quelle tribù che stanziano dalle tue parti? sai quelli che lavano col sangue il disonore portato alla famiglia (tribù)?? quelli che ovviamente usano la forza su i più deboli perchè sono uomini d'onore--

        • Oh certo...tribù. Visto che sei talmente ritardato da non riuscire a scrivere quattro righe sensate, tenti di offendere con gli unici termini che conosci..Fai pena perchè ti fai deridere per ogni cax-xata che scrivi. Tu credi di offendere, di ferire, di colpire il meridione e chi non è italiano ma ottieni l'effetto contrario. Stai solo dimostrando di possedere una ignoranza illimitata su conoscenze storiche, su cultura, sul sapere in generale...e io, a leggere i tuoi commenti, mi faccio delle grandi risate. ahahahahahahahahahah

          • nel tuo paesotto a zero infiltrazione mafiosa ovviamente nessuno ha mai sentito parlare di delitti d'onore.. e già sono sempre casi di folli isolati come quando bombardate le scuole o i musei.. sisi continua a fare il foscolo dei terroni che prima o poi qualcuno lo convinci..

            • ...a proposito di ciò che dici sulle bombe... Tu sai chi è stato a piazzare le bombole davanti alla scuola di Brindisi??? ahahahahahahah che saputello...ritorna a fare il Lochness del Po'.

              • te l'ho già detto, è stato un bergamasco (di sotto o di sopra..lascio decidere a te), un tipico lavoro fatto da un manovale cassaintegrato... La cosa che + mi fà in.caz.za.re. è che ancora in questa triste occasione, i tuoi compari non hanno ancora detto chi è stato, e SONO sicuro che qualcuno lo ha riconosciuto nelle immagini..ma w l'omertà, w l'ignoranza... noi padani (forse qualche difetto ce lo abbiamo) ma in casi del genere lo avremmo già trovato..dai là

                • Perchè non dici "a Roma" di svelarci chi realmente è stato??? Loro si che lo sanno...se vuoi capire, capisci!!!

              • è stato un altoatesino...

            • Ancora con il paesotto...certo che hai una gran bella fantasia. Abbocchi a tutto tu, eh? Povero illuso. Continua pure a guardare i cartoni animati e a giocare con la X Box. Già ti immagino...ahahahah, è tutto ciò che ti è rimasto da fare...

              •  tu sei avanti coi lavori... non ti limiti all'amico immaginario..hai un intero paesotto che ti tiene compagnia.. 

      • Guarda che casi come questi sono all'ordine del giorno..pachistani e indiani sono fatti così

  • L'han sistemata a modo loro la faccenda .Il problema é che nessuno ha visto niente , nessuno sapeva niente .

  • singh, mi dispiace per tua sorella, ma chissà come mai in paese la verità la sapevano tutti!! Ho sbagliato la modalità, ma solo quella... che pena e che infinita tristezza. Però tra gli italiani e gli extracomunitari (di qualsiasi etnia) ci sono veramente troppe differenze, è inutile provare a convivere civilmente!!

  • lavori forzati a vita e senza stipendio.

    • visto che se sei incarcere uno stipendio lo prendi, ed in piu ci sono vitto, alloggio e sorveglianza, forse sarebbe il caso di fare un scambio. un nostro marò per un un indiano.

      • Avatar anonimo di Fatina del Buonsenso
        Fatina del Buonsenso

        sì, diamogli indietro questo assassino e facciamoci dare indietro i nostri Marò!!

      • sarebbe uno scambio equo, ma solo a metà.... se vermanete la ragazza era incinta, rispedisci il marito e liberi entrambi i marò, con tanto di medaglia al valore militare!!!!

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Schianto sul rettilineo fra tre auto: cinque feriti nella notte

  • Cronaca

    Due aghi nella mozzarella del supermercato, azienda piacentina chiamata in causa

  • Incidenti stradali

    Tir salta la corsia e finisce di traverso in A1: traffico bloccato in direzione Sud

  • Salute

    Nuovi criteri di accesso alla terapia logopedica, le mamme: «Per i bambini non va bene»

I più letti della settimana

  • Travolto da un'auto sulla Statale 45, ciclista muore sul colpo

  • Tir salta la corsia e finisce di traverso in A1: traffico bloccato in direzione Sud

  • «Cibo buono e abbondante». La trattoria "La 45" di Niviano vince la sfida per camionisti di Chef Rubio

  • Invade la corsia opposta e centra un'altra auto che si ribalta

  • Cade in bici con il figlio piccolo: bimbo illeso, il padre in eliambulanza a Parma

  • Due aghi nella mozzarella del supermercato, azienda piacentina chiamata in causa

Torna su
IlPiacenza è in caricamento