L'Ausl: «Nessuno ha mai pensato di chiudere l'ambulatorio di via Raineri»

Il direttore del Distretto Città di Piacenza Manuela Buono: «Qualsiasi allarme è davvero ingiustificato: l’ambulatorio proseguirà la propria attività senza alcun cambiamento»

Immagine di repertorio

«Non abbiamo mai pensato di chiudere l’ambulatorio di via Raineri: lo affermano congiuntamente l’Azienda Usl di Piacenza e Croce Bianca in riferimento agli articoli apparsi sulla stampa». «Nei giorni scorsi, spiega il presidente Fabrizio Velieri, l’associazione ha manifestato difficoltà nel reperire infermieri volontari che garantissero il servizio prelievi a titolo gratuito, come finora avvenuto. Per questo motivo, in occasione del rinnovo della convenzione, la Croce Bianca ha chiesto che l’Azienda Usl, che già garantisce la sede e provvede a pagare utenze, pulizie e gestione dei rifiuti speciali, fornisse anche un contributo economico per continuare l’attività».

«Nel corso dei normali incontri precedenti la stipula, ben prima dell’immotivato allarme - spiega il direttore del Distretto Città di Piacenza Manuela Buono - si era concordata l’entità del contributo da fornire. Oggi abbiamo formalizzato i dettagli dell’accordo. Quindi qualsiasi allarme è davvero ingiustificato: l’ambulatorio proseguirà la propria attività senza alcun cambiamento».

Potrebbe interessarti

  • Le proprietà benefiche dove non te le aspetti: il gin tonic

  • «Pendolari "sequestrati" sul nuovo treno Rock»

  • L'aceto e i suoi utilizzi meno noti

  • Bonus casa a chi ristruttura, detrazioni fiscali per l'acquisto di mobili e condizionatori

I più letti della settimana

  • Via Mazzini, muore neonato di tre mesi

  • Muore schiacciato dal furgone che si ribalta

  • E' un giardiniere 48enne di San Giorgio l'uomo morto schiacciato dal suo furgone

  • Travolta da un treno nella notte, muore a 25 anni

  • Auto si ribalta nel canale dopo il frontale con un furgone: tre feriti, uno grave

  • Getta la fidanzata dall'auto in corsa: «Morirai in un incidente». Stalker arrestato dalla Polizia locale

Torna su
IlPiacenza è in caricamento