L’ex mercato ortofrutticolo verrà demolito

Un sopralluogo dei tecnici del Comune di Piacenza nelle scorse ore ha fatto da preambolo alla completa demolizione del fabbricato di via Colombo, ora in stato di abbandono e degrado

L’ex mercato ortofrutticolo verrà abbattuto. Un sopralluogo dei tecnici del Comune di Piacenza nelle scorse ore ha fatto da preambolo all’iter, avviato dall’ente, per la completa demolizione del fabbricato di via Colombo, ora in stato di abbandono e degrado. L’area verrà “liberata” dalle ruspe in primavera: il fabbricato negli ultimi mesi è diventato un rifugio per senzatetto, ma anche luogo di spaccio e degrado sociale. Diversi i blitz effettuati dalle forze dell’ordine in questa vasta area dietro il terminal dei bus di Seta. Ora la decisione dell’Amministrazione Barbieri di eliminare i capannoni. Sicuramente l’abbattimento porterà in dote un buon quantitativo di parcheggi per l’area della stazione ferroviaria, per via Colombo e per il terminal dei bus. Rimane da capire il futuro dell’intera zona: in ballo sono ancora il Bando periferie e il progetto di Terrepadane per la riqualificazione dell’area dell’ex consorzio agrario. 

L’EX CONSIGLIERE GIOVANNI CASTAGNETTI: «LA GIUNTA PREFERISCE DISTRUGGERE»

«La giunta delle ruspe – commenta sui social l’ex consigliere ed ex assessore Giovanni Castagnetti - che non conosce il bello, non sa sognare e preferisce distruggere. E’ notizia di oggi: la Giunta Barbieri, la giunta delle ruspe, vuole demolire l’ex mercato ortofrutticolo per togliere il degrado. Che cosa vuole fare al suo posto? Parcheggi.  Questa cosa mi fa letteralmente impazzire. Perché? Perché per togliere il degrado bisogna sostituire il brutto con il bello. Bisogna trasformare, ridisegnare, mettere le basi perché una zona lasciata all’abbandono e degradata, si trasformi nel luogo che sia incubatore della bellezza. Invece, sembra deciso, al posto del degrado si vuole impiantare un parcheggio: un altro luogo senza nome, senza forma, senza… speranza!

La Giunta Barbieri sta diventando davvero famosa per amare le ruspe e i caterpillar, ma non si accorge che, così facendo, crea le condizioni per un futuro senza identità. Crea dei luoghi senza nome. Di certo è che per fare operazioni diverse da quelle di demolizione, bisogna fare fatica. La fatica di pensare, di immaginare, di sognare, di osservare le necessità, di essere a conoscenza dei progetti più all’avanguardia d’Europa, o delle città limitrofe, e – con le dovute proporzioni - riproporli qui a Piacenza.  Ma questi passaggi la Giunta Barbieri non riesce proprio a farli, non ha coraggio, ma soprattutto non ha a cuore il benessere della nostra città.

Il mercato ortofrutticolo rappresenta un’opportunità incredibile per la nostra città. Ci sono molti edifici indipendenti che possono essere trasformati: in laboratori, botteghe artigiane, luoghi di startup di giovani imprese, sale prove per gruppi musicali e tantissimo altro. In tutte quelle cose che quando vediamo nelle altre città, invidiamo. E ci fanno pensare “Ah se ci fossero anche a Piacenza…” Ha una tettoia che, rimessa a posto, potrebbe creare una piazza enorme, riparata dalle intemperie, dove potrebbero trovare spazio rappresentazioni teatrali, mercatini (vintage, creativi, culturali, ecc. ecc.) , eventi musicali senza il timore che possano essere annullati per cattivo tempo, e che fanno “vera comunità”. Che, persone nuove e creative, possano contaminare altre che adesso, in questi luoghi degradati, stanno trovando rifugio e nascondiglio.  E’ così che, a mio modesto parere, si sogna un futuro diverso: portare il bello al posto del degrado. Il bello, il non degrado, non può essere un parcheggio che diventerà un’altra terra di nessuno con la quale le prossime generazioni dovranno confrontarsi.  La prego Sindaco Barbieri, ci ripensi, dia mandato ai suoi assessori che hanno inneggiato al coraggio, alle nuove idee negli anni passati quando erano consiglieri, di mettere una marcia in più e provare a immaginarsi una Piacenza Più Bella».

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Downburst: un fenomeno pericoloso e sempre più frequente

  • «Pendolari "sequestrati" sul nuovo treno Rock»

  • Animali domestici, norme da rispettare e diritti e doveri dei proprietari

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta nel canale dopo il frontale con un furgone: tre feriti, uno grave

  • Europei di Motonautica, incidente per il campione Alex Cremona: è grave

  • Si dà alla fuga dopo lo schianto, rintracciato dai carabinieri: è grave

  • Travolta da un treno nella notte, muore a 25 anni

  • Choc anafilattico dopo un morso, 36enne d'urgenza al pronto soccorso

  • Sei cani rinchiusi in mezzo a feci, rifiuti e senza acqua, la Polizia Locale li salva tutti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento