La Guardia di Finanza sequestra oltre 17mila articoli nocivi in due market cinesi

Importante operazione delle fiamme gialle in due attività commerciali di Piacenza: sequestrati giocattoli, addobbi natalizi, monili, cosmetici e vestiti per un valore di 40mila euro

Nelle fotografie una parte della merce posta sotto sequestro dalle fiamme gialle

Oltre 17mila articoli potenzialmente dannosi alla salute sono stati sequestrati nei giorni scorsi dalle fiamme gialle piacentine che, in vista foto 2-5-4delle festività natalizie, hanno organizzato, su tutto il territorio provinciale, un massiccio piano di interventi finalizzato alla tutela della sicurezza del mercato dei beni e dei servizi, con particolare riguardo alla contraffazione, alla tutela del “Made in Italy” e alla sicurezza dei prodotti. Nell’ambito di tali interventi, che ha visto impegnata una nutrita aliquota di finanzieri del nucleo polizia economico finanziaria e del gruppo di Piacenza, sono stati sequestrati più di 17mila pezzi, per un valore commerciale di oltre 40mila euro, tra addobbi natalizi, prodotti cosmetici, abbigliamento, giocattoli, proiettori laser, e monili. Gli articoli in questione riguardano due market cinesi della città.

La merce sottoposta a sequestro nei due distinti punti vendita, è risultata carente, ed in alcuni casi assolutamente priva delle specifiche avvertenze sulla sicurezza, che impongono, oltre alla marcatura di conformità “Ce”, anche l’indicazione delle generalità del produttore o dell’importatore e le avvertenze/istruzioni in lingua italiana. La marcatura “Ce”, è l’indice di sicurezza e di conformità del prodotto alla normativa europea e garantisce ai consumatori che il prodotto è stato controllato prima di essere immesso sul mercato e che lo stesso rispetta tutte le regole per quanto riguarda la sicurezza, la salute e la protezione ambientale. 

Nel caso di prodotti il cui uso prevede un contatto diretto con la pelle, la mancanza dell’indicazione circa i materiali di fabbricazione, impedisce alla clientela di prendere le dovute precauzioni con riferimento ad eventuali sostanze che possono provocare allergie cutanee.  Al termine delle attività, i responsabili delle due aziende sono stati segnalati alle competenti autorità amministrative per le irregolarità riscontrate rispetto alle normative vigenti in materia di sicurezza dei prodotti. PHOTO-2018-12-21-12-13-00 (1)-2

L’operazione delle fiamme gialle piacentine, si colloca in un ampio dispositivo di controllo economico del territorio svolto su tutta la provincia, nell’ambito del quale viene costantemente garantita un’attenzione particolare al delicato e permeabile campo della sicurezza dei prodotti. La contraffazione ed il commercio di articoli non genuini ed insicuri, infatti, oltre a mettere in pericolo la salute dei consumatori, che possono trovarsi ad acquistare in modo inconsapevole prodotti non sicuri, costituiscono un grande ostacolo alla crescita economica, danneggiano le imprese che operano quotidianamente nel rispetto delle norme, subendo ingiustamente una concorrenza palesemente sleale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • «Sono fuggito dopo aver investito quell'uomo». Si costituisce il pirata di Vigolzone

  • Travolto da un'auto mentre va al lavoro, grave un uomo

  • Schianto fra tre auto, due donne ferite: una è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento