Le grida di aiuto allertano vicini e carabinieri, soccorso dopo la caduta dal letto

Caorso, 76enne in casa da solo era caduto dal letto e non riusciva più ad alzarsi. Lo hanno soccorso carabinieri, 118 e vigili del fuoco chiamati da un vicino che sentiva gridare "aiuto!"

Foto di repertorio

"Aiuto, aiuto!", sentiva gridare un presidente di Caorso intorno alle 22.30 di venerdì 22 novembre. A richiedere che qualcuno andasse in suo soccorso era un 76enne del paese della Bassa, caduto accidentalmente vicino al letto. Ma è servito l'intervento dei carabinieri del Nucleo Radiomobile, in quanto il vicino non riusciva a capire da dove provenissero le urla.

Un vicino di casa dell'uomo si trovava nella propria abitazione quando le grida in lontananza di una persona hanno attirato la sua attenzione. Ha allertato il 118 e nel frattempo ha cercato di capire chi aveva bisogno di aiuto. Non riuscendo ad individuare un'abitazione da richiesto anche l'intervento dei carabinieri del Norm. Sono stati loro, dopo un controllo delle abitazioni nella via, a capire qual era la casa dalla quale provenivano le richieste d'aiuto. Per riuscire ad entrare all'interno si è reso necessario l'arrivo sul posto della squadra dei vigili del fuoco di Piacenza che hanno provveduto ad aprire la porta di ingresso. Una volta dentro carabinieri e soccorritori hanno trovato il 76enne disteso a terra vicino al letto dolorante. È stato affidato ai volontari della Pubblica Assistenza di Monticelli che lo hanno trasportato in ospedale a Piacenza per accertamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • «Sono fuggito dopo aver investito quell'uomo». Si costituisce il pirata di Vigolzone

  • Travolto da un'auto mentre va al lavoro, grave un uomo

  • Schianto fra tre auto, due donne ferite: una è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento