Giocatore salvato dai compagni di squadra con il defibrillatore

Un piacentino di 45 anni si è accasciato all'improvviso durante una partita della categoria amatori sul campo della Vittorino da Feltre. Soccorso dai compagni e da un medico della società, il defibrillatore ha fatto ripartire il cuore

Sul posto è intervenuto il 118

Proprio nel giorno in cui il calcio italiano piange un giovane calciatore, morto per arresto cardiaco, un piacentino di 45 anni è stato salvato durante una partita di calcio tra amatori grazie ai compagni di squadra che hanno utilizzato un defibrillatore. Il fatto è accaduto nel pomeriggio del 14 aprile sul campo della società Vittorino da Feltre dove si stava disputando un torneo della categoria amatori con la squadra della Pontolliese Bettola. 

LA DOTTORESSA ASCHIERI: "FONDAMENTALE DEFIBRILLATORE IN OGNI CAMPO"

L'uomo, colpito da un arresto cardiaco improvviso mentre giocava, è stato poi trasportato d'urgenza all'ospedale dall'ambulanza inviata dal 118. Il suo cuore è ripartito, ma ovviamente le sue condizioni sono ancora gravi e ora verrà sottoposto alle terapie nel reparto di cardiologia.

Tutto è avvenuto intorno alle 17. Durante un'azione di gioco, il 45enne si è accasciato a terra all'improvviso perdendo conoscenza. Gli atri giocatori hanno subito avvertito il 118 ma nel frattempo è arrivato anche un medico della società sportiva, Salvatore Fermi del direttivo della società, che, intuito che il giocatore era stato colpito da un arresto cardiaco, ha subito utilizzato il defibirllatore di cui la Vittorino da Feltre è dotata.

L'apparecchio ha scaricato e il cuore del 45enne è ripartito. Nel frattempo sono arrivati anche i sanitari del 118 che hanno proseguito con le manovre di emergenza per poi portare l'uomo in ospedale.