Bobbio, pugno di ferro contro chi inquina e abbandona rifiuti: tredici persone nei guai con la Polizia municipale

Sicurezza stradale e urbana, controllo del territorio e tutela del patrimonio ambientale. Questi i principali obiettivi della polizia municipale di Bobbio che ad un passo della stagione estiva traccia un bilancio della propria attività da gennaio

Una pattuglia della polizia municipale di Bobbio

Sicurezza stradale e urbana, controllo del territorio e tutela del patrimonio ambientale. Questi i principali obiettivi della polizia municipale di Bobbio che ad un passo della stagione estiva traccia un bilancio della propria attività da gennaio. I controlli sono stati intensificati a seguito delle richieste dei cittadini e per volontà del sindaco Roberto Pasquali. L'obiettivo è aumentare la percezione di sicurezza nei cittadini, in particolar modo sulle strade, mettendo in campo una grande opera di prevenzione attraverso controlli serrati di polizia stradale. Gli sforzi, fanno sapere, si moltiplicheranno per tutto il periodo estivo anche per far fronte al grande afflusso turistico nel tentativo di limitare (attraverso controlli preventivi) fenomeni come lo sversamento e l’abbandono di rifiuti lungo Trebbia.

In tre mesi sono stati svolti sessantasei interventi di sicurezza urbana e servizi di controllo del territorio. Le frazioni, Mezzano, Cassolo e Santa Maria sorvegliate speciali. Cinque le persone tra autombilisti e persone anziane in difficoltà e aiutate, specialmente nei giorni di neve e maltempo. Gli sforzi degli agenti si sono anche concentrati nel contrasto all'abusivismo, otto i controlli e altrettante sanzioni. In un caso erano stati trovati e sequestrati prodotti alimentari dell'Est Europa non in regola con le normative. Dieci gli interventi di polizia ambientale per segnalazioni legate all'abbandono di rifiuti e per lo sversamento, mentre sette sono le persone multate per accattonaggio molesto o per attività che turbavano il quieto vivere o la convivenza civile, secondo il recente Regolamento di Polizia Urbana. Grazie al sistema di videosorveglianza sono state individuate tredici persone sospette che a vario titolo sono state multate o denunciate per lo sversamento di rifiuti, abusivismo, accattonaggio molesto. 

Ventisei i posti di controllo, trentuno le violazioni contestate al codice della strada tra le quali patenti ritirate, sequestro di un titolo di guida falso, due veicoli sequestrati per la confisca, un fermo amministrativo, nove mezzi senza revisione, e 18 i punti decurtati per sorpassi ​ pericolosi, eccesso di velocità e condotta di guida pericolosa. Gli agenti hanno riscontrato la presenza di numerose auto in transito nel territorio comunale sprovviste di revisione ed assicurazione (specie nel weekend) e stanno mettendo in campo tutti gli strumenti tecnologici necessari al fine di prevenire e contrastare questo malcostume che a seguito di incidente stradale potrebbe avere gravi conseguenze per le parti coinvolte. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 22 anni dopo lo schianto contro un terrapieno, trovata dopo diverse ore

  • «Lavoratrice instancabile e solare». Filoteea muore a 22 anni

  • Massimo scrive di una busta misteriosa: un affare li avrebbe potuti dividere e lui l'ha uccisa?

  • «Salvini con il rosario in mano? A Cortemaggiore si è anche inginocchiato in chiesa, magari facessero tutti così»

  • Tamponamento tra due tir in A1, muore un uomo

  • Massimo scrive a Perazzi: «Abbiamo litigato poi è scappata e non l'ho più vista»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento