Colpito da una bottigliata alla gola nella notte, ricercato un tunisino

Dopo l'aggressione la vittima e un'altra persona sono andati in pronto soccorso, i sanitari hanno chiamato il 113 e immediatamente sono state avviate le indagini, ma non c'era più traccia del tunisino e della compagna protagonisti dell'accaduto

Immagine di repertorio

Un 25enne piacentino all'ospedale con una ferita alla gola, un tunisino che potrebbe essere il probabile aggressore, e una donna dell'Est spariti nel nulla. Questo il bilancio della serata di un gruppo di ragazzi che ha passato alcune ore in un'abitazione di via Croce in pieno centro tra il 13 e 14 aprile. Stando a quanto finora ricostruito dai poliziotti delle volanti e da quelli della squadra mobile, il giovane piacentino si trovava ospite nell'appartamento di un italiano in via Croce, insieme a loro un albanese, un tunisino e la probabile fidanzata di quest'ultimo, una donna dell'Est.

Per motivi ancora sconosciuti gli animi di sarebbero scaldati fino a quando il nordafricano si sarebbe rivolto in malo modo alla sua compagna ed è a quel punto che il 25enne si sarebbe alzato e avrebbe difeso la donna dall'ira del compagno diventato violento. Il tunisino per tutta risposta, non gradendo evidentemente il gesto, avrebbe spaccato una bottiglia di vetro e con il collo rotto lo avrebbe colpito alla gola provocandogli un profondo taglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo l'aggressione la vittima e l'albanese sono andati in pronto soccorso, i sanitari hanno chiamato il 113 e immediatamente sono state avviate le indagini ma nella casa di via Croce non c'era più traccia del tunisino e della sua compagna. Al momento il nordafricano è ricercato e se fosse andata come è stato raccontato, potrebbe rischiare l'accusa di lesioni aggravate o anche tentato omicidio. Il 25enne ha avuto una prognosi di 20 giorni, non si trova in pericolo di vita. Le indagini sono in corso per ricostruire esattamente la dinamica dei fatti: i ragazzi non erano amici. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella notte: muore un uomo, ferita una 40enne

  • Trovato morto vicino al suo camion, indagini in corso

  • Rischia di annegare in una piscina da giardino, bimbo di 2 anni gravissimo

  • Non ce l'ha fatta il bambino di 2 anni salvato dall'annegamento in una piscina da giardino

  • Donna scomparsa, salvata sotto il diluvio dopo otto ore di ricerca

  • Esce di casa e scompare nel nulla, al via le ricerche di una 45enne

Torna su
IlPiacenza è in caricamento