Nucleare: a rischio lo smantellamento

Una sentenza del Tar Piemonte sospende lo smantellamento della centrale nucleare di Bosco Marengo, la cui dismissione totale era prevista entro la fine del 2009. La Consulta Anci: lo stop al decommissioning provoca i rischi ambientali collegati all'immobilismo. E si fa sempre più pressante l'esigenza la localizzazione del deposito nazionale delle scorie

Battuta di arresto per le operazioni di smantellamento delle vecchie centrali nucleari. L'allarme, arriva dalla Consulta Anci - Comuni sedi di servitù nucleari. La Consulta, di cui è coordinatore Fabio Callori, ha fatto sapere di aver appreso “con disappunto dell'ordinanza del Tar Piemonte in merito alla sospensione dei lavori di bonifica e smantellamento dell'impianto FN di Bosco Marengo”.
  Lo stop allo smantellamento può provocare rischi ambientali  

L'accoglimento del ricorso e la sospensione delle operazioni di bonifica si basano “su una concezione sbagliata dell'ambientalismo”. Lo ha detto Callori, che è anche sindaco di Caorso. “Invece di rispondere alle necessità e agli interessi delle popolazioni e dei territori” ha continuato Callori “rischia di interrompere e rovinare il percorso oggi positivo di decommissioning degli impianti nucleari italiani”.
  Serve definire con urgenza il deposito nazionale per le scorie nucleari  

È la seconda volta, in una manciata di giorni, che la Consulta dell'Associazione Comuni Italiani, interviene sul tema del nucleare. Lo scorso 15 maggio, ha inviato una lettera al ministro per lo Sviluppo economico Scajola, per sollecitare un incontro. Il tema è sempre lo stesso: definire la localizzazione dei futuri impianti nucleari e decidere, finalmente, sul deposito nazionale delle scorie. “Questo passaggio” ha sottolineato Callori “permetterà di sostenere il processo di decommissionig degli impianti nucleari italiani”.

Le sentenze come quella del Tribunale amministrativo piemontese, che sospendono le operazioni di smantellamento, non fanno invece altro che “provocare rischi ambientali collegati all'immobilismo che ne deriva e un incremento dei costi che il consumatore elettrico finale deve sostenere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Dino De Simone non si trova, le ricerche proseguono senza sosta

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • Falciato sulle strisce da un'auto pirata, grave un uomo

  • «Sono fuggito dopo aver investito quell'uomo». Si costituisce il pirata di Vigolzone

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento