Omicidio di via Quattro Novembre, Ervin Tola ucciso con un coltello di grosse dimensioni

La scena del delitto

Ervin Tola sarebbe stato ucciso con un grosso coltello da cucina mai trovato e Gianluca Mazzarelli gli avrebbe sferrato il fendente fatale dal basso verso l'alto con forza tanto da riuscire a penetrare nell'emitorace sinistro, uccidendolo. L'autopsia del professor Antonio Osculati sul cadavere dell'imbianchino albanese ucciso il 29 dicembre 2017 davanti al Bar Oldtimer di via Nasolini dal 26enne Gianluca Muzzarelli (in carcere, accusato di omicidio volontario), confermerebbe quanto già ricostruito dalla Squadra Mobile della polizia guidata da Serena Pieri e coordinata dal sostituto procuratore Emilio Pisante. Mazzarelli, difeso dall'avvocato Antonino Rossi, il 13 febbraio aveva raccontato al pm che ad un certo punto della serata al bar, si era trovato a terra, sull'asfalto, fuori dal locale, con addosso almeno tre persone che lo stavano picchiando (tra loro anche la vittima). Durante la colluttazione, qualcuno che stava assistendo alla scena, avrebbe lanciato un coltello che gli era arrivato quasi in faccia, aveva raccontato di essere riuscito ad afferrarlo prima degli altri, e di averlo mostrarto all'albanese come per intimidirlo perché smettesse di colpirlo. Lo straniero, stando al racconto del giovane, non avrebbe desistito ed è a quel punto che lo avrebbe allora colpito con la lama tre volte, uccidendolo con la terza. Si sarebbe detto pentito per quanto fatto e che non voleva ucciderlo ma che non avrebbe potuto far altro per difendersi, anche per la non totale lucidità dovuta allo stato di ebbrezza in cui si trovava. Lo straniero dopo aver ricevuto le coltellate avrebbe fatto qualche passo verso il bar per cercare aiuto per poi accasciarsi senza vita nel dehors. Di fatto la coltellata è stata sferrata dal basso verso l'alto, il che confermerebbe il racconto del 26enne che ha spiegato che si era solo difeso, mentre la forza messa nello sferrarla dimostrerebbe, secondo l'accusa, una volontà di uccidere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falciata mentre soccorre un automobilista, grave una ragazza

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Furgone centrato da un'auto travolge un ciclista e si schianta contro un muro: tre feriti

  • Con il tir sfonda il guard rail e precipita dal viadotto nel deposito Seta: è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento