«Risvolto drammatico di un’immigrazione che rifiuta l’integrazione»

Omicidio Kaur, la Lega provinciale: «Violenza sulle donne male silente. Non negare i risvolti drammatici di un'immigrazione che rifiuta l'integrazione»

“L’omicidio di Kaur rivela ancora una volta un quadro inquietante, che sconvolge e che va fermamente condannato, quello di una violenza nascosta nei confronti delle donne, troppe volte 'silenziosa' e chiusa tra le mura domestiche, ma anche quello – non dobbiamo nascondercelo – di un’immigrazione che rigetta l’integrazione, vista e considerata come pericolosa 'contaminazione'. Anche nei confronti di questo fenomeno la politica deve interrogarsi e lo deve fare con obbiettività e senza alcun pregiudizio ideologico, come troppo spesso accade”.

Così la segreteria provinciale della Lega Nord interviene a seguito del recente fatto di sangue costato la vita a Kaur Balwinder, indiana 27enne di Fiorenzuola che sarebbe stata strangolata dal marito, Singhj Kulbir perché vestiva all’Occidentale. “L’incontro tra una cultura che alza barriere e una politica disposta ad ammettere ghetti e zone franche può essere drammatico. E il caso di Kaur ne è un triste esempio. Unire persone non è come mettere insieme numeri o cose. E’ il caso che i profeti dell’immigrazione incontrollata e i poteri forti che speculano sulla stessa immigrazione, sul tema, si interroghino seriamente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • «Sono fuggito dopo aver investito quell'uomo». Si costituisce il pirata di Vigolzone

  • Travolto da un'auto mentre va al lavoro, grave un uomo

  • Schianto fra tre auto, due donne ferite: una è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento