Torna l'ora legale tra sabato 30 e domenica 31 marzo: lancette avanti di un'ora

Ora legale in arrivo, proprio nella notte di Pasqua. Tra sabato 30 marzo e domenica 31, infatti, alle ore 2 le lancette degli orologi dovranno essere spostate in avanti di un'ora. Si dormirà un'ora in meno ma le giornate saranno più lunghe

Ora legale in arrivo, proprio nella notte di Pasqua. Tra sabato 30 marzo e domenica 31, infatti, alle ore 2 le lancette degli orologi dovranno essere spostate in avanti di un'ora, come indica il calendario perpetuo. Conseguenze negative sul sonno visto che si dormirà un'ora in meno. L'ora legale fu introdotta in Italia nel 1916 ed era considerata una misura d'emergenza di guerra; infatti dal 1920 fu reintrodotta solo nel 1940. Reintrodotta nel 1966, lo scopo dell'ora legale è quello di risparmiare a livello energetico sull'illuminazione elettrica.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • avanti di un ora e indietro di un ora certo non si fa fatica a cambiare l ora dei vari orologi ma una volta x tutte perche non fare un orario uguale tutto l anno e x sempre... una mezzora andrebbe bene cosi si taglia la testa al toro

  • Oggi ragioniamo ancora come nel 1916

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Pestaggio del carabiniere, gli arrestati rimangono in carcere dopo l'interrogatorio del gip

  • Cronaca

    «Inviteremo il brigadiere ferito a Piacenza perché abbia un buon ricordo della nostra città»

  • Fiorenzuola

    Badante uccisa e buttata nel Po, arrestato l'ex compagno

  • Cronaca

    Esce fuori strada dopo un malore, muore all'arrivo in ospedale

I più letti della settimana

  • Viveva e lavorava in città l'aggressore del carabiniere. In casa la bandiera del Si Cobas

  • Travolta mentre attraversa con il cane sulle strisce: gravissima una 39enne

  • Travolta sulle strisce, non ce l'ha fatta la 39enne

  • Londra, giovane accoltellato a morte davanti al fratello

  • «Rigore e inflessibilità. Troveremo i facinorosi e chi li ha fomentati»

  • Pugni in faccia alla prof, l'assessore regionale: «Episodio non tollerabile»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento