Orologi cinesi venduti a mille euro, nei guai un napoletano: «Bravi poliziotti, mi avete preso»

Nei guai, per l'ennesima volta un 34enne napoletano pregiudicato, che nella mattina del 20 giugno in via Veneto ha tentato di vendere dieci orologi spacciandoli per preziosi quando invece erano solo "cinesate". E' stato bloccato prontamente dalle volanti

Gli orologi

«Ti vendo questo orologio di lusso per 1200 franchi svizzeri ma se non li hai fammi pure il pieno all'auto», li agganciava così i passanti che voleva raggirare peccato che uno di questi ha chiamato la polizia e lo ha fatto denunciare per tentata truffa. Nei guai, per l'ennesima volta un 34enne napoletano pregiudicato, che nella mattina del 20 giugno ha tentato di vendere dieci orologi spacciandoli per preziosi quando invece erano solo "cinesate". L'uomo viaggiava a bordo di una Jeep Renegade nei pressi di via Veneto, ha cercato più volte di mettere a segno la truffa ma nessuno ci è cascato, anzi un cittadino notando quanto stava accadendo ha prontamente chiamato il 113.

IMG_5257-2La centrale operativa ha inviato sul posto le volanti, alla vista della polizia ha cercato di allontanarsi ma è stato bloccato in un'area di servizio poco distante. In un borsone i poliziotti hanno trovato dieci orologi (cinque da donne e cinque da uomo) marca Zcc in altrettante scatole e alla domanda dei poliziotti su cosa stesse facendo l'uomo ha risposto «E' tutto regolare ho la fattura che il rivenditore cinese mi ha rilasciato a Napoli». E' stato portato in questura dove è stato denunciato e la merce sequestrata (da una perizia è emerso che gli orologi valevano circa 30 euro l'uno). Messo davanti inesorabilmente alla realtà ha dichiarato: «Bravi, mi aveve beccato». Ancora una volta la collaborazione dei cittadini è risultata fondamentale. Nel baule gli agenti hanno trovato anche un coltello. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

  • Un matrimonio in sospeso ma l'attività appena inaugurata riparte: Marco e Elisa, osti a Rompeggio

  • Al via anche a Piacenza l’indagine che mapperà il Covid, 700 le persone coinvolte

Torna su
IlPiacenza è in caricamento