Pensionato conosce una donna e spariscono 150mila dal conto, 40enne imputata per circonvenzione di incapace

La vicenda risale al 2015: a processo una donna albanese di 40 anni

E' cominciato l'altro giorno il processo che vede imputata per circonvenzione di incapace una donna albanese di 40 anni. Tra il 2015 e il 2016 la donna aveva conosciuto un pensionato piacentino di 70 anni e in poco tempo dal suo conto in banca erano spariti 150mila euro. A testimoniare che qualcosa non quadrava una cugina che in aula ha raccontato quanto sapeva davanti al giudice Laura Pietrasanta, al pm Antonio Rubino e agli avvocati sia dell'imputata (Giovanni Barbieri) sia della famiglia dell'uomo che si è costituita parte civile (Sara Botti). L'anziano spiegava in famiglia che la 40enne aveva un figlio e che si parlava della sua adozione ma anche di sapere che quel bambino non era figlio suo. Aveva amici e spesso giocava a carte con loro al bar ma quando è iniziata la frequentazione con la 40enne si era isolato anche dai parenti. Durante l'udienza si è parlato anche del testamento che il 70enne avrebbe scritto  e poi consegnato ad un notaio. Dopo qualche tempo il 70enne, che ora è in una casa di riposo, avrebbe chiesto aiuto e sarebbero intervenuti i servizi sociali. Il processo è stato rinviato a novembre. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falciata mentre soccorre un automobilista, grave una ragazza

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Furgone centrato da un'auto travolge un ciclista e si schianta contro un muro: tre feriti

  • Con il tir sfonda il guard rail e precipita dal viadotto nel deposito Seta: è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento