Per ogni studente un mentore aziendale: in Cattolica parte "Mentorship"

Nato dall'iniziativa delle professoresse Cantoni e Zuffada, il progetto punta ad accrescere lo sviluppo della coscienza professionale e a favorire il dialogo tra mondi contigui: università e impresa

Un momento dell'evento

Per ogni studente un mentore. Per maturare professionalmente, sviluppare una rete di relazioni efficace e condividere dubbi e timori con chi quella strada verso il lavoro l’ha già percorsa da tempo e può fornire le dritte giuste per raggiungere gli obiettivi.

Il progetto Mentorship ha preso ufficialmente il via lo scorso 18 gennaio quando, alle 18, presso l’aula 27 della Cattolica di Piacenza, è stato ufficialmente assegnato a ciascun allievo il proprio mentore aziendale.

Dopo la presentazione dei mentor e delle loro rispettive aziende e responsabilità, attraverso lo "speed match" mentor e mentee si sono incontrati per 10 minuti e si sono presentati. Al termine dello speed matching si è proceduto con la assegnazione formale mentor-mentee.

Nato dall'iniziativa delle professoresse Franca Cantoni ed Elena Zuffada nell’ambito del profilo di laura magistrale in General management, il progetto ha come scopo quello di «Rendere possibile il confronto non occasionale tra studente, il mentee, e un professionista (il mentor) operante nell'area di suo specifico interesse per un periodo di almeno 6 mesi - spiega Franca Cantoni - Ogni studente avrà il compito di impostare con il mentor il proprio percorso di crescita (durata compresa), godrà dell'occasione diretta di frequentare l'ambiente di lavoro o di incontrare periodicamente il mentor e della possibilità indiretta di sentirsi via e-mail o skype con il proprio referente». 
«Siamo convinte - chiarisce Elena Zuffada - che sia un'opportunità importante per lo sviluppo della coscienza professionale degli studenti che riceveranno indicazioni di vita vissuta utili ai fini di un percorso lavorativo. Lo studente sarà protagonista di un dialogo tra mondi contigui per un efficace scambio di idee e un confronto che si farà sempre più proficuo».
Al mentor la responsabilità di mettersi a disposizione per rispondere a quesiti relativi alla propria professione e ai propri compiti, al mentee l'impegno di frequentare in maniera sistematica e continuativa gli incontri formulando domande su curiosità, richieste di chiarimento, approfondimenti relativi all'ambito professionale.
Le aree professionali coinvolte sono: finanza, amministrazione, contabilità, controllo di gestione, commerciale, marketing, risorse umane, operations e logistica.

Il progetto, che gode del supporto di un nucleo di laureati della sede piacentina, oggi impegnati in ruoli di grande responsabilità nelle imprese, nelle banche, nelle società di consulenza, vedrà la sua conclusione a metà luglio con il "Mentorship day" dove mentor e mentee ritorneranno per illustrare al Comitato Scientifico il percorso svolto insieme.

progetto mentorship uni cattolica-2progetto mentorship uni cattolica-2progetto mentorship uni cattolica-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in A21, muore giovane piacentina

  • Autobus fuori strada si schianta contro il guard rail

  • Giovane accoltellato, aggressore preso in poche ore

  • Accoltellato in mezzo alla strada, gravissimo un 28enne

  • Travolta da un’auto dopo lo schianto contro il guard rail, Valentina muore a 22 anni

  • Schianto sul rettilineo della via Emilia

Torna su
IlPiacenza è in caricamento