Pontenure, scooter travolto da un’auto pirata: due feriti gravi

Una Punto Bianca si scontra con uno scooter e non presta soccorso: poco dopo i carabinieri riescono a bloccare l'auto. E' avvenuto la sera del 31 agosto, intorno alle 20.30, alle porte di Pontenure. Via Emilia bloccata al traffico in entrambe le direzioni

Un’auto ha travolto uno scooter che procedeva in direzione opposta e si è allontanata senza prestare soccorso. È avvenuto la sera del 31 agosto nei pressi di Pontenure. Alle porte del paese, intorno alle ore 20.30, uno scooter con sopra due persone si è scontrato con un’utilitaria che viaggiava in direzione Piacenza. L’auto, di colore bianco, a detta di alcuni testimoni sentiti pochi istanti dopo dai carabinieri del Nucleo operativo del Radiomobile di Piacenza e della stazione “Levante”,  non si sarebbe fermata per senza prestare soccorso e avrebbe proseguito la propria corsa. Una Fiat Punto - di colore bianco e molto danneggiata nella parte anteriore -  è stata fermata qualche chilometro più avanti dagli stessi militari. Sono in corso gli accertamenti: l'uomo al volante della presunta auto pirata è stato portato in caserma per le verifiche del caso. Nel frattempo le due persone alla guida dello scooter, in gravi condizioni, sono state trasportate all’Ospedale di Piacenza. Sul posto sono intervenuti, oltre ai militari, anche il 118 e i vigili del fuoco. Attualmente la via Emilia risulta chiusa al traffico in entrambe le direzioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esselunga: «Scaffali vuoti vengono subito riempiti: abbiamo scorte, pronti a ogni evenienza»

  • Emergenza coronavirus, decisa la chiusura di tutte le discoteche e locali di intrattenimento

  • Coronavirus, l'Inps sospende i servizi e le visite

  • Coronavirus, lotta al contagio: nel Piacentino scuole chiuse e San Damiano per la quarantena

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Sei nuovi contagi a Piacenza: tra loro due medici e un infermiere del Polichirurgico

Torna su
IlPiacenza è in caricamento