Si ferma per prestare aiuto ma è una trappola: picchiato e rapinato 40enne

E' di rapina aggravata in concorso l'accusa per due stranieri che nella notte tra sabato e domenica sono stati bloccati dalla polizia subito dopo aver rapinato un 40enne piacentino sulla Caorsana

Repertorio

E’ di rapina aggravata in concorso l’accusa per due stranieri che nella notte tra sabato e domenica sono stati bloccati dalla polizia subito dopo aver rapinato un 40enne piacentino sulla Caorsana: si tratta di un transessuale peruviano di 33 anni, autore materiale del reato e che è finito in manette, mentre il complice che lo ha aiutato nella fuga, un bulgaro di 27 anni, è stato denunciato a piede libero. 

Tutto è iniziato in via Caorsana, dove il piacentino 40enne stava transitando in auto intorno alle 4, quando ha notato a margine della strada una donna che si sbracciava e chiedeva aiuto. Quando però l’automobilista si è fermato, non ha fatto in tempo ad accorgersi che si trattava di un trans che già questi gli aveva strappato dal collo una catena d’oro. A questo punto il piacentino è sceso ma è stato preso a pugni in faccia dal viado che poi è subito salito a bordo di un’auto condotta da un complice. 

Altri due giovani piacentini in transito in quel momento lungo la Caorsana, che hanno notato la scena, si sono gettati all’inseguimento dell’auto che aveva targa bulgara e che si era diretta verso l’autostrada. Nel frattempo anche le volanti della questura sono arrivate sul posto cercando di inseguire la vettura dei fuggitivi, diramando le ricerche anche ai colleghi della Polizia stradale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed è stata propria una pattuglia della Polstrada di Guardamilgio ad intercettare l’auto dei rapinatori mentre scappava a gran velocità in direzione di Milano. All’altezza di Lodi è stata quindi bloccata dalla pattuglia e i due a bordo accompagnati in questura. Avevano anche tentato di sbarazzarsi della catenina gettandola dal finestrino, ma la polizia l’ha recuperata. Per il trans sono quindi scattate le manette, mentre il complice è stato denunciato a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna scomparsa, salvata sotto il diluvio dopo otto ore di ricerca

  • Non ce l'ha fatta il bambino di 2 anni salvato dall'annegamento in una piscina da giardino

  • Esce di casa e scompare nel nulla, al via le ricerche di una 45enne

  • Ubriaco, prima litiga con il buttafuori poi picchia i carabinieri e li manda all'ospedale: arrestato

  • Sestri Levante, piacentino riempito di botte per un cellulare

  • «Al pascolo non mi manca nulla, volevo questa vita all'aria aperta»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento