Gli puntano un coltello alla gola e lo rapinano, con il padre li rincorre e li fa arrestare

Gli hanno puntato un coltello alla gola e lo hanno rapinato ma lui li ha rincorsi e li ha fatti arrestare dalle volanti della polizia. È successo sul Pubblico Passeggio vicino a piazzale Libertà alle 5.30 del 2 febbraio. Nei guai due giovani marocchini

Immagine di repertorio

Gli hanno puntato un coltello alla gola e lo hanno rapinato ma lui li ha rincorsi e li ha fatti arrestare. È successo sul Pubblico Passeggio vicino a piazzale Libertà alle 5.30 del 2 febbraio. Un 19enne piacentino è sceso in strada per fumare una sigaretta, qualche minuto dopo due marocchini di 17 e 23 anni lo hanno avvicinato e gli hanno chiesto un accendino, poi hanno estratto un coltello serramanico e glielo hanno puntato alla gola: «Dacci il cellulare e anche il giubbotto». Il giovane spaventato ha ceduto alle richieste e i due sono scappati a piedi.  La vittima ha immediatamente avvertito il padre e insieme li hanno rincorsi sia a piedi sia in auto fino in via Alberoni dove sono riusciti a bloccarli, nel frattempo sul posto sono arrivate anche le volanti che hanno arrestato i due. Addosso avevano ancora il giubotto, il cellulare ma non il coltello: probabilmente se ne erano liberati durante la fuga. Sono stati arrestati per rapina aggravata in concorso, entrambi hanno precedenti.




 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Giordania, ingegnere piacentino muore colpito da alcuni massi a Petra

  • Coronavirus, un contagiato in Lombardia ricoverato a Codogno

  • Ragazzino finisce in Po, un passante si butta e lo salva appena in tempo

  • Schianto sulla strada della Mottaziana, gravi due giovani

  • «Il mito della Lancia Delta non passerà mai di moda»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento