homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ricatta una donna piacentina con un video a luci rosse, denunciato 24enne di Savona

Ricattata in chat per alcune immagini a luci rosse che la vedevano come protagonista denuncia il ricattatore alla polizia e lo fa rintracciare e identificare. Protagonisti della storia di sesso virtuale sono una piacentina di 39 anni e un ragazzo savonese di 24

Un'immagine della conferenza stampa

Ricattata in chat per alcune immagini a luci rosse che la vedevano come protagonista denuncia il ricattatore alla polizia e lo fa rintracciare e identificare. Protagonisti della storia di sesso virtuale sono una piacentina di 39 anni e un ragazzo savonese di 24.

Lunghe le indagini della polizia postale che hanno chiesto alla Microsoft di poter accedere ai dati di Msn per arrivare al ricattatore. Intanto, la Postale avverte i piacentini: attenzione c’è un nuovo virus informatico che nasconde una truffa. Una schermata con i simboli delle polizie italiane ed europee compare sul video, bloccando il computer, e dice che sono stati visitati siti pedopornografici o terroristici e che dovete pagare 100 euro. Non fatelo, perché è un raggiro. Tante le segnalazioni alla polizia, comprese quelle di due piacentini che hanno pagato.

La vicenda della 39enne comincia alla fine dello scorso anno. In chat conosce due uomini. In realtà si tratta sempre dello stesso 24enne che ha due profili. Il ragazzo, usando i due profili nel tentativo di nascondersi, dopo averla conosciuta le aveva proposto di mostrarsi nuda ed eseguire alcuni atti sessuali davanti alla webcam. In cambio avrebbe ricevuto ricariche telefoniche per alcune decine di euro. Lei accetta. Passa qualche giorno e la procace donna riceve un messaggio su Msn, in cui le vengono richiesti altri “spettacoli” hard.

C’è, però, un aggiunta. Se lei non accetterà, il precedente filmato verrà messo in rete. La donna risponde: vado alla polizia. Il ricattatore promette: se ne fai ancora uno cancello tutto. Il secondo profilo, invece, mette in vendita il video al costo di u na ricarica telefonica da dieci euro. La 39enne contatta un amico e gli chiede di acquistarne uno. In realtà, nessuno di questi video è mai finito on line. Nel frattempo, era partita la denuncia e gli investigatori della postale fanno chiedere alla procura, con il sostituto Ornella Chicca, i dati a Microsoft per poter risalire al ricattatore.

Ottenuti i codici di accesso, i poliziotti scoprono così chi si nasconde dietro al profilo e lo denunciano per violenza privata, minacce e interferenza illecita nella vita privata. “Attenzione a certi comportamenti sul web - ha affermato il commissario Filippo Sordi – perché per un ricarica di pochi euro si mette a rischio la propria vita privata”.

L’ispettore Michele Ercini, comandante della polizia postale, spiega anche che “in certi casi i video o le immagini possono essere sequestrate, ma se questi finiscono su server di Paesi stranieri tutto diventa più difficile e le vostre immagini possono restare disponibili lo stesso”. In sei mesi, la Postale ha denunciato 54 persone, eseguendo anche due arresti. I reati perseguiti sono stati le truffe on line, la sostituzione di persona, i furti di account, l’utilizzo improprio delle carte di credito. Importante è stato l’apporto della Postale nelle indagini per incastrare il professore che chiedeva sesso alle studentesse in cambio di bei voti e la cattura di un latitante brasiliano che doveva scontare sei anni di carcere.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (20)

  • La signora è messa bene,per qualche ricarica telefonica ha fatto la figura della....... Ma come si fà ad essere cosi' leggeri con la propria dignità?

  • beata ingenuita'...

  • Comunque io una ricarica gliela farei...TUTTA

    • La signora e' messa bene, si si.

  • E' curioso come non abbia pensato almeno di occultare il viso...

  • viste le foto.. la 39enne impiegata merita una ri..carica!

    • gran maialona,ma mooolto ingenua..la prima regola quando si fanno ste cose è la mascherina sul viso...

      • Concordo in pieno, è sicuramente più dotata di balcone che di cervello...

  • "Intanto, la Postale avverte i piacentini: attenzione c'è un nuovo virus informatico che nasconde una truffa. Una schermata con i simboli delle polizie italiane ed europee compare sul video, bloccando il computer, e dice che sono stati visitati siti pedopornografici o terroristici e che dovete pagare 100 euro. Non fatelo, perché è un raggiro." WOW Che tempismo!!! Sarà quasi un anno che questo virus è in giro ... Spero che non serva la postale per capire che si tratti di una truffa, reati del genere sono puniti penalmente e non amministrativamente tramite bonifico! E se qualcuno c'è cascato ... non è che l'ha fatto perché aveva la coscienza sporca?

  • Qui qualcuno ha cagato in chiesa. Come fa il giornalista che ha scritto il pezzo, a parlare di "procace" 39enne ? Perche' solo una "procace" puo' fare spettacoli hard in chat ? E quelle magre che sembrano grissini invece no ? :-)

    • vai sull'altro sito di notizie piacetine. ci sono le foto

    • magari si accontenteranno di una ricarica inferiore.. hi! hi!

  • concordo per rimuovere il virus andare in modalita' provvisoria con rete ed installare un software gratuito che, rimuove i malware chi paga dei soldi per rimuovere questi virus scusate ma e ' propio un bel pirla

    • Bé.. ho sentito chiedere  200 euro per un semplice ripristino del sistema.

  • Le mucche abbondano sia a Piacenza che sul web

  • "dopo averla conosciuta le aveva proposto di mostrarsi nuda ed eseguire alcuni atti sessuali davanti alla webcam" Bella v a c c a...altrochè

  • ah, la crisi! (per rimuovere il virus: avviare in modalita provvisoria, installare combofix e fare la scansione)

    • .... anche Malwarebyte...

  • Si sa, i liguri sono un po' venali...

  • due considerazioni:1) i due piacentini che hanno pagato per aver ricevuto l'avviso-truffa di aver visitato un sito pedopornografico evidentemente avevano la coda di paglia..... 2) una trentanovenne che si spoglia davanti alla web per una ricarica telefonica non deve essere proprio messa bene..... bah valle a capire certe persone......

Notizie di oggi

  • Cronaca

    In casa un revolver rubato pronto a sparare: blitz della polizia

  • Cronaca

    Riconosce per strada la Vespa che le avevano rubato, chiama il 113 e fa bloccare i ladri

  • Politica

    Consiglio, maggioranza “in vacanza” ancora una volta: seduta sospesa

  • Politica

    Tagliaferri (Pd) rinuncia alla commissione sull’inquinamento

I più letti della settimana

  • «Il vecchio bastardo ti ha dato i soldi?». Anziani derubati dei risparmi di una vita: cinque arresti

  • Esce di strada e si schianta contro un albero, ferito un 43enne

  • Affronta i ladri a mani nude e li mette in fuga

  • Parcheggiatore abusivo picchia un poliziotto: arrestato

  • Viale Dante, accetta un passaggio in auto ma poi viene picchiato e rapinato

  • Schianto al semaforo di viale Malta, mamma e neonato all'ospedale

Torna su
IlPiacenza è in caricamento