Rifiuta l’alcoltest, per il giudice è un fatto lieve e viene assolto

Un 43enne non riusciva a soffiare con forza sufficiente ed era stato denunciato. Il test era stato ripetuto otto volte. Ma una sentenza della Cassazione afferma la tenuità del fatto anche in caso di rifiuto

Immagine di repertorio

Aveva provato a soffiare nell’etilometro per otto volte, ma non si riusciva ad avere il risultato. E’ stato così denunciato per rifiuto di sottoporsi all’etilometro. Il giudice però l’ha assolto per la particolare tenuità del fatto. E’ il risultato di un processo nei confronti di 43enne della Valtidone, fermato dai carabinieri nella zona di Nibbiano nel settembre del 2017. Il pm Monica Bubba aveva chiesto 8 mesi di arresto e 1.500 euro di ammenda. Il difensore, l’avvocato Matteo Dameli, invece ha chiesto l’assoluzione e il giudice Gianandrea Bussi ha accolto la sua richiesta. L’uomo venne fermato per un controllo. I militari lo sottoposero alla prova del precursore, che segnalò la presenza di alcol. Il 43enne venne invitato così a sottoporsi all’alcoltest e lui accettò. Purtroppo, non bastarono 8 prove per far uscire un risultato. Temendo che l’uomo potesse fare apposta a non far scattare la registrazione dei valori, i carabinieri lo denunciarono. In seguito, il 43enne si fece accompagnare dal fratello all’ospedale di Castelsangiovanni per un prelievo di sangue, ma i sanitari non glielo fecero perché non c’era la disposizione di un pubblico ufficiale e, quindi, l’esame sarebbe stato nullo. Dameli in aula ha sostenuto che il suo assistito non si è sottratto perché ha accettato ben 8 volte di fare l’alcoltest. Inoltre, l’avvocato ha citato una sentenza della Cassazione del 2017, a sezioni unite, che aveva assolto una persona in un caso simile ritenendo applicabile la tenuità del fatto anche di fronte al rifiuto di sottoporsi all’alcoltest.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Dopo un folle inseguimento si schianta contro l'auto dei carabinieri per scappare, due militari feriti

  • Cronaca

    Condannati gli spacciatori arrestati tra gli applausi, nessuno dei due finisce in carcere

  • Cronaca

    Omicidio Puddu, per Rizzotto torna la condanna a 11 anni

  • Cronaca

    Peveri alloggiato nel nuovo padiglione del carcere, è sereno ma amareggiato. Intanto parte la raccolta firme

I più letti della settimana

  • Esasperato per i furti sparò ai ladri in cantiere: imprenditore condannato per tentato omicidio

  • Frontale alla rotonda, cinque feriti. I testimoni: «Un'auto stava sorpassando»

  • Due bimbi fuggono a piedi dal Nido per un cancello rimasto aperto, salvati dalla polizia locale

  • Lo rapina del cellulare poi si accorge che è un modello vecchio e lo riempie di botte

  • Peveri si consegna per andare in carcere. La figlia Martina: «Non lo lasceremo mai solo»

  • “Piacenza Nord” non c’è più, l’uscita autostradale è diventata “Basso lodigiano”

Torna su
IlPiacenza è in caricamento