giovedì, 02 ottobre 13℃

Dalla Regione 1 milione di euro per i campi nomadi: a Piacenza 98mila euro

Delibera della Giunta Errani lo scorso 18 giugno per migliorare illuminazione e servizi igienici nei campi nomadi cittadini: a Piacenza vivono 161 nomadi nel campo di Torre della Razza

Redazione 28 giugno 2012
21

Scarsamente illuminati e con pochi servizi igienici, i campi nomadi dell'Emilia-Romagna vanno migliorati. Per questo la Regione ha stanziato un milione di euro: per interventi di riqualificazione delle 57 aree di sosta in cui vivono 1.782 persone di origine Sinti (circa il 90%) e Rom. Per la maggior parte si concentrano in quattro province: circa 500 persone vivono a Bologna, 446 a Modena e 428 a Reggio Emilia; segue Piacenza con 161 nomadi.

LA REAZIONE DELLA LEGA NORD

Dai dati in possesso della Regione, esistono «carenze, anche se assai meno rilevanti rispetto al passato - si legge nella delibera approvata dalla Giunta Errani lo scorso 18 giugno - relativamente all'illuminazione pubblica (previste nell'80,8% dei campi), alla disponibilità delle strutture per i servizi igienici (previste nell'88,5% ) e alle docce (previste nell'80,8%)».

Da qui la decisione da parte della Regione di intervenire. «Uno dei nodi critici per l'inclusione sociale dei nomadi continuano ad essere le difficili condizioni di vita nei campi - sostiene la Regione - persistono campi, spesso sovraffollati, che mancano dei servizi essenziali e delle condizioni minime di sicurezza».

Annuncio promozionale

Con la delibera del 18 giugno, la Giunta Errani ha stabilito la ripartizione dei fondi per le singole province (Bologna 305.200 euro; Modena 272.500 euro; Reggio Emilia 261.600 euro; Piacenza 98.100 euro; Ravenna 45.780 euro; Rimini 41.420 euro; Ferrara 37.060 euro; Parma 28.340 euro), basandosi sulla rilevazione della popolazione nomade al 30 novembre 2009 e tenendo conto che non ce ne sono in provincia di Forlì-Cesena. I Comuni potranno chiedere il contributo entro 60 giorni dalla pubblicazione della delibera sul bollettino ufficiale.
(Fonte Agenzia Dire)

Le Mose
campo nomadi

21 Commenti

Feed
  • Avatar di Tony

    Tony Ma perche' non se li tengono in giardino tutti i comunisti che li difendono,gli danno da mangiare e le loro donne..

    il 19 agosto del 2013
  • Avatar di guan anelli

    guan anelli Caro Ugo Moira le Forze dell' Ordine sicuramente fanno il loro dovere è qualcun altro che NON lo fa...

    il 30 giugno del 2012
  • Avatar di Lavinia Rossi

    Lavinia Rossi Un altro spreco e pure rilevante. VERGOGNA!!!!!! I nomadi NON pagano le fatture di alcunché, DISTRUGGONO i loro servizi igienici e sanitari, LORDANO ovunque e senza alcun ritegno, oltre ad infastidire con l'accattonaggio ed a dedicarsi ad attività illegali. LAVORARE è per i nomadi un vero insulto e la Regione stanzia fondi cospicui per tale marmaglia nullafacente. Il milione di Euro avrebbe dovuto essere destinato ai terremotati emiliani anzitutto e semmai al sostentamento di cittadini in difficoltà di vita (anziani, disoccupati, madri senza lavoro, ecc.). Ci lamentiamo, ma continuiamo a dilapidare i fondi pubblici (soldi nostri) per chi NON merita alcun aiuto. I nomadi meritano soltanto l'espulsione dal nostro suolo, visto che NON intendono contribuire socialmente in alcuna maniera. Che si arrangino.....

    il 30 giugno del 2012
  • Avatar di Ugo Moira

    Ugo Moira Siamo in un vicolo cieco! Ogni regione stanzia contributi e apre a campi nomadi.
    Bambini nomadi entrano nelle scuole e negli asili, nota lieta non chiedono alloggi agevolati
    perchè non permettono una fuga rapida.Ora anche l'Europa con le direttive "obbliga" a dare
    contributi a questa gente, nella speranza che si integri e non delinqua.
    Ora costoro vivono di furti,rapine e violenze,noi non li vorremmo ma siamo costretti
    a tenerli.Ora non potendo espellerli,l'unica speranza sta nelle Forze dell'Ordine.
    Compito ingrato.

    il 29 giugno del 2012
  • Avatar di fabrizio ferangui

    fabrizio ferangui robe dell'altro mondo!!!

    il 29 giugno del 2012
  • Avatar di The JD

    The JD ma se sono nomadi, e quindi non vivono in maniera stabile su un territorio ma si spostano entro aree più o meno vaste, perché buttare tutti sti soldi per un qualcosa che va contro la loro natura? Il campo nomadi li renderebbe stanziali, quindi non più nomadi, quindi non hanno più diritto ad avere nemmeno un centesimo!!!!

    il 28 giugno del 2012
    • Avatar di lucilla pozzoli

      lucilla pozzoli sono già stanziali, i bimbi vanno alla scuola materna di Borghetto e non pagano nè la retta, nè il pulmino al loro servizio, lo stesso dicasi per i ragazzini che frequentano le elementari. I loro genitori, visto che non fanno nulla, potrebbero almeno fare lo sforzo di tenersi in ordine e pulito dove vivono, invece tocca ancora a noi mantenerli. Complimenti a Errani e a tutti quelli che hanno approvato quella delibera alla faccia dei terremotati e degli italiani in genere

      il 28 giugno del 2012
      • Avatar di Lavinia Rossi

        Lavinia Rossi Ha ragione. I nomadi sfruttano tutti i nostri servizi e fanno istruire, a nostre spese, i loro figli che poi sottraggono precocemente alla scuola, per costringerli ed avviarli al loro modo di vivere incivile ed illegale. Questa è la sola realtà di tale masnada lercia, che NON intende vivere in altra maniera. E gli amministratori sono ottusi, oppure opportunisti, o entrambi.

        il 30 giugno del 2012
  • Avatar di GIANCARLO

    GIANCARLO Il commento che ho scritto in precedenza deve essere approvato dal moderatore. Mi fate pena. Continuate a proteggere le porcherie politiche e i favoritismi a chi non se li merita lasciando che gli italiani soffrano e paghino per i vostri errori dolosi!!!!!

    il 28 giugno del 2012
  • Avatar di GIANCARLO

    GIANCARLO Ma che bravi. I nostri politici regalano soldi agli zingari che lavorano...rubando a destra e a sinistra mentre nel loro paese, vale a dire la Romania sono odiati e messi in carcere. Signori politici imparate da quelli che considerate inferiori a voi. @#?*%$I!!!!!!!!!!!!!!!!

    il 28 giugno del 2012
  • Avatar di Luisa di Vicenza

    Luisa di Vicenza penso che tutti sti soldi andrebbero spesi meglio... mi spiace... di sicuro sarò criticata ma anche nella mia città c'è questo problema .... è inutile spendere per persone che non sanno usare un minimo di decenza e decoro... sono soldi buttati

    il 28 giugno del 2012
  • Avatar di guan anelli

    guan anelli Caro Luca Luca gli amici di Modena penseranno che Errani si vuole far bello con i "seigur". Hai visto mai,costoro, un giorno voteranno per cui.....

    il 28 giugno del 2012
  • Avatar di bandolero

    bandolero se nessuno è favorevole ai nomadi ci sarà pure un motivo,oppure la maggioranza dei piacentini è razzista a prescindere?già 40 anni fa i vecchi dicevano di stare attenti ai seigur che rubavano non mi sembra sia cambiato un granchè da allora

    il 28 giugno del 2012
  • Avatar di Luca Luca

    Luca Luca Mi piacerebbe sapere cosa ne pensano gli amici di modena riguardo ad Errani...

    il 28 giugno del 2012
  • Avatar di Markus Branzi

    Markus Branzi Napalm!

    il 28 giugno del 2012
  • Avatar di ALe Cinquecentouno

    ALe Cinquecentouno Non ho parole.

    il 28 giugno del 2012
  • Avatar di Luca Luca

    Luca Luca Io ho il bagno che deve essere ristrutturato. Regione Emilia quando mi dai i fondi? Sono a corto...Errari, PORCA T***A con la crisi che c'è vai a costruire i cessi agli zingari! Ma impiccati!

    il 28 giugno del 2012
    • Avatar di guan anelli

      guan anelli Semplice... fa finta di essere un "seigur" e risolvi il problema...

      il 28 giugno del 2012
  • Avatar anonimo di Perrofeo

    Perrofeo Ma dalli a quei poveri cristi sotto le tente...idiotaaaaaa

    il 28 giugno del 2012
    • Avatar di Luisa di Vicenza

      Luisa di Vicenza ecco ..... questa è una saggia e buona idea

      il 28 giugno del 2012
  • Avatar di la bortellina

    la bortellina Make Sengùr Home Edition...il conduttore del tolk show sarà la nostra stupidità che con i nostri soldi andiamo a ristrutturare le baraccopole di mumbay nostrane!!!

    il 28 giugno del 2012