homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Maxi rissa in via Pozzo, in manette cinque persone

Una violenta lite fra tre italiani e due algerini, nata dentro un bar per un furto di un paio di occhiali, è poi degenerata in strada. Sul posto quattro pattuglie tra polizia e carabinieri

Polizia e carabinieri intervenuti in via Pozzo

Maxi rissa in via Pozzo nella serata del 26 maggio. Cinque persone si sono affrontate in mezzo alla strada poco prima delle 23, e per riportare la calma è stato necessario l'intervento di due pattuglie della polizia e altre due auto dei carabinieri. Alla fine tutti e cinque, dopo una notte trascorsa in questura, sono stati arrestati per rissa. Poi sono stati accompagnati alle rispettive abitazioni, agli arresti domiciliari, in attesta del processo per direttissima che potrebbe tenersi già lunedì 28. Uno di loro però, un 22enne di origine campana, è accusato anche di resistenza a pubblico ufficiale e minacce aggravate, mentre un altro, un piacentino di 48 anni, è stato medicato al pronto soccorso con alcuni punti di sutura al labbro.

Tutta la dinamica è ancora al vaglio degli agenti della squadra volanti che sono rimasti impegnati fino all'alba.Tutto è iniziato poco prima delle 23 all'interno di un bar in fondo a via Pozzo. Qui c'erano due uomini algerini che all'improvviso hanno iniziato a litigare con i tre italiani. Sembra che qualcuno avesse rubato un paio di occhiali da sole appoggiati al bancone. Complice anche l'alto tasso alcolemico nel sangue, sono iniziate a volare botte, e la rissa è degenerata in mezzo alla strada. Nel frattempo i residenti avevano già avvertito il 113 con numerose telefonate, e sul posto si sono precipitate due volanti della polizia e due gazzelle dei carabinieri. Alla fine i cinque contendenti sono finiti tutti in questura e sono stati arrestati per rissa. Il 22enne però, durante il controllo in questura, ha iniziato ad aggredire gli agenti, insultandoli e minacciandoli, rimediando quindi un'ulteriore denuncia per resistenza e minacce.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Ai lavori forzati, a calci in c...

  • Quando ho letto il titolo avevo la speranza che fossero tutti ilaliani .....e ci credevo fortemente......peccato

  • tutt brev ragass

  • Bah, questi "accadimenti" (diciamo così;) mi ispirano sapete cosa? ...scenari tipo un bel Barrett M82 Cal.50 sul balcone e tiro libero ai pezzenti che litigano in strada. One shot, one kill ^_^ ..in corredo cucchiano per raccogliere brandelli sparsi :D ..sapete, un Cal.50 - da corta distanza - non fa pietà.. hahaha

  • Avatar anonimo di mackita mackita
    mackita mackita

    no coment .!!!!!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    In casa un revolver rubato pronto a sparare: blitz della polizia

  • Cronaca

    Riconosce per strada la Vespa che le avevano rubato, chiama il 113 e fa bloccare i ladri

  • Politica

    Consiglio, maggioranza “in vacanza” ancora una volta: seduta sospesa

  • Politica

    Tagliaferri (Pd) rinuncia alla commissione sull’inquinamento

I più letti della settimana

  • «Il vecchio bastardo ti ha dato i soldi?». Anziani derubati dei risparmi di una vita: cinque arresti

  • Esce di strada e si schianta contro un albero, ferito un 43enne

  • Affronta i ladri a mani nude e li mette in fuga

  • Parcheggiatore abusivo picchia un poliziotto: arrestato

  • Viale Dante, accetta un passaggio in auto ma poi viene picchiato e rapinato

  • Schianto al semaforo di viale Malta, mamma e neonato all'ospedale

Torna su
IlPiacenza è in caricamento