homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Notte folle in strada e violenza in questura, 4 romeni patteggiano

Hanno patteggiato, e sono tornati in libertà grazie alla sospensione della pena, i quattro romeni arrestati lo scorso 29 maggio, autori di una serata rocambolesca condita da alcol e violenza gratuita in via San Bartolomeo e in questura

La questura di Piacenza

Hanno patteggiato, e sono tornati in libertà grazie alla sospensione della pena, i quattro romeni arrestati lo scorso 29 maggio, autori di una serata rocambolesca condita da alcol e violenza gratuita. Numerosi i reati di cui il quartetto, tutti di età fra i 23 e i 27 anni, era stato accusato dalla polizia: resistenza, lesioni, danneggiamento e disturbo della quiete pubblica.

Uno era anche stato denunciato per tentata rapina (un anno e 1.700 euro di multa, assistito dall’avvocato Matteo Dameli) e un altro per calunnia (un anno). Gli altri due, invece, hanno patteggiato 8 mesi di reclusione. Questi ultimi tre, sempre davanti al giudice Maurizio Boselli e pm Antonio Rubino, sono stati difesi dall’avvocato Andrea Perini. Il bilancio di quella folle notte parlava di un vetro blindato in questura scardinato, di un fermato picchiato e rapinato e di aggressione verso i poliziotti.

La notte brava era iniziata in via San Bartolomeo dove la polizia era intervenuta quando i residenti hanno chiamato esasperati il 113 per segnalare schiamazzi e atti incivili in strada. Dentro a una casa, intanto, in cinque stavano festeggiando il compleanno di uno del gruppo bevendo alcol in gran quantità. Accompagnati in cinque in questura, all'interno della sala d'attesa quattro romeni sono letteralmente impazziti, arrivando a scardinare un vetro blindato a calci, per poi danneggiare i computer degli uffici.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (18)

  • siamo stanchi di sentire le stesse sentenze, ci si domanda che fine ha fatto il vocabolo "giustizia" è forse sparito dal vocabolario? con queste sentenze si da mano libera ad una massa di personaggi a rubare ,frodare e quant'altro, consapevoli che mal che vada passano una notte in Questura.Un ringraziamento va pure agli avvocati, che magari si vantano di aver salvato il loro cliente dalla galera e magari non prendono nemmeno un soldo di parcella.è ora di lasciarne qualcuno in prigione, quello che succede è di cattivo esempio

  • tranquilli fra poco il paese va in vacca , non ci saranno più soldi per pagare gli stipendi alle forze dell' ordine (quale ???? ) saremo lasciati soli (invece adesso??) vedrete che la gente comincerà a reagire in autonomia e questi personaggi non saranno più tutelati dalle nostre leggi, paradossalmente è forse meglio.....

  • Ne butto li una a caso , le foibe ?

  • Facile rispondere...Basterebbe che il Parlamento adottasse leggi restrittive (cosa che avrebbe potuto fare il centro destra che deteneva una maggioranza bulgara in Parlamento) e che era in linea con la propria ideologia (partria, chiesa e famiglia, legge, ordine). La realtà è che non frega niente a nessuno!

  • ma si' adottiamoli tutti,diamogli un lavoro,magari anche dei soldi senza farli lavorare e poi diamogli le donne e poi che altro a si dimenticavo un treno di legnate

  • Avatar anonimo di La sentinella
    La sentinella

    Mentre nelle nostre città si comincia a respirare un clima da farwest,dal primo gennaio 2007 la Romania è diventata un Paese sicuro. I furti e gli scippi sono diminuiti del 26%, le rapine sono rarissime e sono in netto calo anche le violenze sessuali. La fonte è incontestabile: l'ispettore generale della polizia romena. Insomma, tutti i malviventi hanno lasciato il Paese. Come decine di migliaia di nomadi. E dove sono finiti i rom e i criminali romeni? La stragrande maggioranza in Italia. Lo dimostrano le statistiche e lo dichira il responsabile per la comunità romena del Partito immigrati:"Nel mondo criminale c'è un passaparola e il vostro Paese viene considerato quello dove tutto è permesso. Si sa che, anche se la polizia ti prende, poi in un modo o nell'altra riesci a uscire dal carcere. Pure l'indulto ha dato un messaggio sbagliato ai delinquenti. Come dire: "Venite, venite, tanto la farete franca". Ecco perchè tanti delinquenti vengono qui" Fu il governo Prodi ad aprire le frontiere ai romeni. La decisione fu presa dal 27 dicembre 2006, dietro insistenza del ministro alle Politiche comunitarie Emma Bonino e, soprattutto, del ministro degli Interni Amato, che una settimana prima aveva firmato a Bucarest, un protocollo di collaborazione con la polizia romena. Insomma, il governo di centrosinistra rinunciò volontariamente alla moratoria per limitare la libera circolazione dei cittadini di questo paese. Questi sono i fatti......difficilmente contestabili. Gli italiani sanno chi ringraziare.

    • e ribadisco......quanti soldi ha preso l italia ????

      • Preso da chi?

    • occhio che arriva qualcuno a dire che è colpa del nano,della lega e di chi ha governato ininterrottamente per 20 anni bla bla bla peccato,invece, che nelle neppure brevi parentesi prodiane i sinistroidi e i loro pelosi alleati abbiano fatto più danni della grandine

      • Eh si hai ragione... lui invece lo possiamo ringraziare per aver fatto entrare tutti gli altri dal resto del mondo, prima con la legge Bossi-Fini e poi andando personalmente a Pantelleria con le braccia aperte a dire "venite tutti" qui stiamo benissimo!!!

        • lampedusa,gnurant

          • leggete anche i giornali rumene....chiamatevi pedofili da romania....le carcere sono pieni di pedofili italiani in romania.

            • Si facciamo una cosa...voi vi riprendete tutti i criminali romeni nelle carceri o chiunque abbia un precedente penale. Noi ci riprendiamo i pedofili italiani. Dove c'è da firmare? P.s: preparate dei campi di accoglienza per sfollati

          • Giusto... chiessà perchè mi è venuta in mente Pantelleria... mah... forse perchè mi piace boh?

  • facciamo sempre piu ridere,ma almeno non rendessero pubbliche certe notizie

    • al contrario, sarebbe meglio mostrare i loro volti obbligatoriamente(la gogna dell'Ottocento) sui giornali  e in televisione.

  • ma io mi chiedo, ma con che coraggio ci sono avvocati disposti a difendere questa marmaglia di pezzenti e a prodigarsi per patteggiare delle riduzioni di pena!!!!!

    • Avatar anonimo di Perrofeo
      Perrofeo

      Devono fare pratica..

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ruba 1800 euro in un ristorante e scappa ma imbocca la via della caserma: arrestato

  • Fiorenzuola

    Finti operai saccheggiano furgoni in sosta ma vengono filmati: denunciati

  • Cronaca

    Filmati mentre svuotano un estintore nel Polo di mantenimento pesante: erano ubriachi

  • Incidenti stradali

    Travolta in bici mentre attraversa la strada, ferita una donna

I più letti della settimana

  • Tragico schianto a Chiavenna Landi, due morti

  • Frontale fra due auto sulla strada Cementirossi, tre feriti

  • Farini, trovato morto in un bosco l'uomo scomparso

  • Scompare da casa, al via le ricerche in città e a Bettola: «E' malato, chi lo vede chiami il 112»

  • Con spranghe e catene per una spedizione punitiva: cinque denunce

  • Ciclista travolto e ucciso, resta ai domiciliari il 29enne. La difesa: «Sorpasso da dimostrare»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento