San Nicolò, dieci persone intossicate dal monossido: tre gravi

Probabilmente una stufetta difettosa, nella notte, ha rilasciato esalazioni nocive che hanno intossicato una decina di persone a San Nicolò, tutte straniere. Tra loro, sembra, due bambini

Grave fuga di gas nella notte a San Nicolò, in via Agazzana. Probabilmente una stufetta difettosa, infatti, ha rilasciato nocive esalazioni di monossido di carbonio, intossicando, a quanto è emerso dalle prime notizie, almeno dieci persone che erano in un appartamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli intossicati sarebbero tutti africani, originari della Costa d'Avorio. Tra loro ci sarebbero, riportano stamane Libertà e La Cronaca, anche due bambini. Sul posto immediatamente i vigili del fuoco, i carabinieri e il personale medico del 118. A quanto sembra, tre di loro sarebbero in condizioni gravi, dopo non aver ripreso conoscenza nemmeno a seguito delle prime cure. Tutti sono stati portati al nosocomio cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

  • Un matrimonio in sospeso ma l'attività appena inaugurata riparte: Marco e Elisa, osti a Rompeggio

  • Al via anche a Piacenza l’indagine che mapperà il Covid, 700 le persone coinvolte

Torna su
IlPiacenza è in caricamento