Scuola media di Ponte, confermato il trasferimento alle Elementari

Risposta dell'assessore regionale Paola Gazzolo all'interrogazione di Andrea Pollastri (Pdl) sulla situazione della scuola media "Vaccari" ritenuta inagibile dal punto di vista sismico dopo i controlli dei giorni scorsi

L'assessore regionale Paola Gazzolo

«In attesa di ulteriori approfondimenti sismici alla scuola media Vaccari di Pontedellolio, si può confermare la scelta indicata dal sindaco di trasferire tutte le attività nella scuola elementare». Così l'assessore regionale alla Protezione civile, Paola Gazzolo, ha risposto in Aula a una interrogazione di Andrea Pollastri (Pdl), preoccupato dell'agibilità della scuola media dopo il sisma del maggio scorso perché, negli ultimi anni, aveva già subito crepe nelle strutture, sollevamento di pavimenti o improvvise rotture di vetrate. La presa di posizione della Regione giunge dopo un ulteriore sopralluogo alla scuola media disposto il 31 agosto e già compiuto da una squadra del Servizio geologico regionale, alla presenza del sindaco e di tecnici comunali. «I risultati di questa prima indagine, ha rilevato l'assessore Gazzolo, sono sicuramente preoccupanti, ma potrebbero non essere definitivi perché la struttura non manifesta alcun altro segno di sofferenza strutturale e l'edificio ha un certificato di collaudo statico con un ottimo grado di elasticità. Sono comunque necessari ulteriori approfondimenti, in attesa dei quali la Regione sostiene il trasferimento delle attività nella scuola elementare e fornisce il proprio supporto per assicurare la regolarità dell'anno scolastico».

«Poca chiarezza sulle responsabilità ma a breve una risposta per le esigenze delle famiglie». Lo afferma Andrea Pollastri (PdL) replicando all’assessore Paola Gazzolo. A seguito della valutazione di vulnerabilità sismica sull’edificio, è risultato, infatti, che in caso di terremoto, non sopporterebbe una scossa di magnitudo superiore al secondo grado Richter, per questo sarà impossibile utilizzarlo quando, il prossimo 17 settembre, riprenderanno le lezioni. L’azzurro aveva chiesto come mai, anche se c’erano problemi strutturali segnalati oltre trent’anni, non si fosse proceduto alla verifica statica dell’edificio ed ai necessari interventi di messa in sicurezza prima che, nel 2009, la minoranza facesse una richiesta ufficiale e se, in questo lungo periodo, vi fosse rischio per l’incolumità degli alunni. Pollastri, poi, invitava la Giunta ad intervenire, in accordo con la Provincia ed il Comune, per reperire le risorse necessarie per gli interventi di consolidamento e per individuare, in modo rapido,  spazi dove ospitare le classi. L’assessore alla Protezione Civile ha così risposto: «Con email del 25 agosto il sindaco del Comune di Pontedellolio ha informato delle problematiche in merito agli esiti delle verifiche tecniche effettuate sulla Scuola Media “Vaccari”, confermando i contatti telefonici avvenuti il giorno precedente e subito dopo intercorsi anche tra l’Ufficio tecnico comunale e i funzionari dell’Assessorato Regionale alla Sicurezza Territoriale e alla  Protezione Civile. Il giorno 30 agosto 2012 è avvenuta la trasmissione di parte del materiale tecnico relativo a detta relazione di verifica; il giorno successivo, 31 agosto, una squadra di funzionari della Regione Emilia-Romagna, appartenenti al Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli (SGSS), ha eseguito un sopralluogo sull’edificio scolastico. Preliminarmente al sopralluogo si è svolta una riunione presso il Municipio di Ponte dell’Olio, alla quale hanno preso parte il Sindaco, oltre ad altri rappresentanti del Comune, il Tecnico incaricato della verifica, rappresentanti del Servizio Tecnico dei Bacini degli Affluenti del Po (compreso il Responsabile del Servizio), ed i funzionari del SGSS.

Durante tale riunione, dopo una breve introduzione “tecnica” in merito agli esiti della verifica sismica condotta, il Sindaco ha illustrato le problematiche connesse alla gestione dell’ “emergenza” causata dai risultati di detta verifica, anche in considerazione dei recenti eventi sismici che hanno interessato la pianura emiliana. In relazione agli aspetti tecnici, si evidenzia come il problema che si presenta sulla Scuola Media “Vaccari” possa essere gestito sulla base di indicazioni già formulate per casi analoghi presentatisi sul territorio regionale.  Le indicazioni emerse dalle prime indagini sulla scuola sono sicuramente preoccupanti, tuttavia per molteplici aspetti (oltre che per il ridotto numero e quindi la limitata valenza statistica delle stesse) potrebbero non essere realmente indicative del reale stato dell’edificio, che tra l’altro, sulla base di quanto emerge dagli elaborati fotografici e tecnici disponibili, e come confermato dal sopralluogo eseguito, non manifesta alcun altro segno di sofferenza strutturale. Con riferimento ai primi due quesiti dell’interrogazione, è da osservare che, secondo quanto riferito dal tecnico comunale nel corso dell’incontro, e da quanto riportato nella relazione di verifica, l’edificio è in possesso del certificato di collaudo statico. Detto collaudo, eseguito negli anni scorsi, anche effettuando prove di carico sugli orizzontamenti, ha dato esito positivo, riportando “un ottimo grado di elasticità” e non ha messo in evidenza indizi di sofferenze di tipo statico. In merito alla conformità degli impianti, ed in particolare dell’impianto antincendio, lo stesso Tecnico comunale riporta che la Scuola è in possesso del previsto Nulla osta. Per quanto riguarda l’ultimo punto dell’interrogazione, si evidenzia che le problematiche sollevate sono di competenza dell’Amministrazione comunale (a cui si rimanda per eventuali ulteriori precisazioni); la Regione è comunque disponibile a fornire il proprio supporto per assicurare la regolarità dell’anno scolastico, come di fatto sta facendo (secondo quanto sopra riportato). Appare evidente che, in considerazione dei risultati emersi ed in attesa di effettuare ulteriori indagini di approfondimento, che garantiscano circa la stabilità della costruzione, si possa confermare la scelta indicata dal Sindaco di trasferire temporaneamente tutte le attività didattiche presso la Scuola Elementare, senza necessità di “container”.  A completezza delle informazioni fornite, è il caso di ricordare come la Regione Emilia-Romagna abbia stanziato risorse e gestito programmi finalizzati all’elaborazione delle verifiche tecniche su edifici strategici e rilevanti, con particolare riferimento agli edifici scolastici, sulla base delle priorità segnalate dalle Amministrazioni pubbliche interessate. Nel caso specifico del Comune di Ponte dell’Olio sono state assegnate risorse sul Municipio e sull’Asilo Nido “Giro Girotondo”».

Pollastri ha così controbattuto: «La risposta dell’assessore ha riconosciuto che il problema delle Scuole Medie di Ponte dell’Olio esiste e quindi, indirettamente, che fece bene la minoranza di centrodestra sin dal 2009 a chiedere di avere rilievi e verifiche sulla struttura, non si è però voluto rispondere, rimpallando la questione al Comune, come mai tali verifiche non fossero state fatte prima, dato che l’edificio aveva problemi strutturali sin dagli anni ’70, e se vi fosse stato un problema per chi ha frequentato il plesso. L’Assessore ha invece risposto al quesito che interessa alle famiglie, dando rassicurazioni circa il rischio che i 160 allievi dovessero andare a lezione in altri Comuni. Come elemento nuovo nuove si segnalano le indagini di approfondimento da parte delle strutture regionali che sono state fatte e che verranno fatte anche in seguito. A parte le spese per questi rilievi non si dice se la Regione contribuirà alla ristrutturazione e messa in sicurezza della scuola, cosa che avrebbe potuto essere fatta diversi anni fa». «Spero – ha chiosato - che l’impegno della Regione prosegua e confido che l’Assessore seguirà e vigilerà sull’evoluzione della situazione».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • mi ricorda un poco la mia Nefertiti...ah,che nostalgia...

  • io non capisco come mai le scuole "nuove" si "rompono" e le scuole antiche, vedi Giordani di Piacenza, sono solide e sicure. Mah

  • menon male che qualcuno si e' accorto che la scuola non e' agibile questa volta per miracolo abbiamo chiuso la stalla prima che i buoi scappassero ma a questo ricco punto siamo sicuri che, le scuole di PIACENZA siano a norme occhio

Notizie di oggi

  • Fiorenzuola

    Operaio investito e ucciso da un treno

  • Cronaca

    Zandonella: «Metronotte Piacenza è un ingranaggio fondamentale del sistema sicurezza»

  • Attualità

    Area ex Mazzoni, parte il cantiere per realizzare il supermercato da 1500 metri quadrati

  • Cronaca

    Ubriaco pesta lo moglie e tenta di aggredire i carabinieri con una zappa

I più letti della settimana

  • Dopo lo schianto contro un terrapieno viene sbalzato nel canale: gravissimo

  • Scout speed battuto: il controllo deve essere visibile e la multa va contestata subito

  • Dopo lo schianto con un furgone si ribalta nel fosso: è gravissima

  • Operaio investito e ucciso da un treno

  • Si schianta contro l'autobus che lo precede, ferito 25enne

  • A dieci giorni dalla cittadinanza ruba sul posto di lavoro: arrestato e licenziato

Torna su
IlPiacenza è in caricamento