Medico sequestrato e rapinato in stazione, arrestato un tunisino

Un sequestro durato più di due ore e poi la rapina. E' la disavventura accaduta l'altro ieri a un medico cremonese di 38 anni che in stazione a Piacenza è stato avvincano da un individuo che, puntandogli un coltello, lo ha obbligato ad andare in casa per farsi consegnare oggetti di valore e successivamente lo ha costretto ad andare in banca a ritirare 1600 euro

Un sequestro durato più di due ore e poi la rapina. E' la disavventura accaduta l'altro ieri a un medico cremonese di 38 anni che in stazione a Piacenza è stato avvincano da un individuo che, puntandogli un coltello, lo ha obbligato ad andare in casa per farsi consegnare oggetti di valore e successivamente, sempre sotto la minaccia del coltello, ha costretto il 38enne ad andare in banca a ritirare 1600 euro in contanti. I carabinieri della Compagnia di Cremona, che hanno condotto l'indagine lampo, grazie ai filanti ripresi dal sistema della banca e in stazione a Piacenza, hanno bloccato stamattina un tunisino pregiudicato di 20 anni senza fissa dimora.

Lo hanno raggiunto in un bar di piazzale Marconi e portato in carcere alle Novate, su fermo di polizia giudiziaria: è accusato di rapina e sequestro di persona. L'indagine è stata coordinata dal sostituto procuratore di Piacenza Antonio Colonna. Stando al racconto che l'uomo ha reso davanti ai carabinieri, tutto è accaduto nel pomeriggio del 29 aprile, quando il medico cremonese è arrivato in auto a Piacenza per accompagnare i parenti a prendere il treno Frecciarossa in stazione. Nel ritornare verso l'auto, posteggiata nel parcheggio di viale Sant'Ambrogio, è stato avvicinato da uno straniero - che ha poi riconosciuto senza dubbio nel nordafricano arrestato - che puntandogli un coltello lo ha obbligato a salire in auto per tornare a Cremona. Qui ha costretto il medico a entrare in casa e a consegnargli oggetti di valore: due telefoni cellulari e un iPad.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non contento, il rapinatore ha fatto in modo che la vittima si recasse in banca per prelevare 1600 euro in contanti. Alla fine si è fatto riaccompagnare a Piacenza e si è fatto lasciare nella zona della stazione. Rientrato a Cremona, l'uomo si è rivolto ai carabinieri che in 48 ore - grazie alle immagini riprese sia in banca a Cremona che in stazione a Piacenza - hanno individuato lo straniero e questa mattina sono andati ad arrestarlo in un bar di piazzale Marconi: deve rispondere di rapina aggravata e sequestro di persona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Un matrimonio in sospeso ma l'attività appena inaugurata riparte: Marco e Elisa, osti a Rompeggio

  • Vince il Covid e torna a casa nel giorno del compleanno del figlio: «Papà, sei un guerriero»

  • Dall'inferno del Covid al ritorno a casa, ecco i vigili del fuoco che hanno vinto il virus

Torna su
IlPiacenza è in caricamento