«Sicurezza a Piacenza, puntiamo sulle telecamere. Ma qui meno reati che in tutta la regione»

Riunito in Prefettura il comitato per l'ordine e la sicurezza a pubblica: prosegue il censimento delle telecamere pubbliche e private della provincia di Piacenza, che una volta completato, sarà di notevole ausilio per le forze di polizia a fini investigativi

(Repertorio)

Si è svolta in Prefettura la consueta riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica ed è stata, innanzitutto, presa in considerazione la situazione della sicurezza pubblica a Piacenza anche alla luce di numerosi articoli della stampa locale che enfatizzano taluni episodi, ingenerando allarme ed insicurezza nella popolazione.

«I servizi di controllo del territorio - si legge in una nota ufficiale della prefettura da Piacenza - sono, comunque, dispiegati al massimo anche con l’ausilio del Reparto di Prevenzione Crimine di Reggio Emilia e la provincia di Piacenza, nella regione Emilia Romagna, risulta essere quella con minori reati. In ogni caso saranno attivati specifici controlli congiunti dalle Forze di Polizia statali e la Polizia Municipale in alcune zone della città mirati alla verifica di situazioni irregolari». 

E’ stato poi preso atto con compiacimento della decisione della Giunta Comunale di Piacenza di aderire al “Protocollo d'intesa  per la costituzione della rete provinciale di videosorveglianza” sottoscritto lo scorso anno con l’Unione Valnure Valchero e numerosi altri comuni della provincia. Tale protocollo, unico nell’ambito regionale, è stato particolarmente apprezzato dall’Anci che si farà portavoce con il prefetto di Bologna affinché il documento venga adottato anche nelle altre province dell’Emilia Romagna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre in tema di videosorveglianza è stato dato atto che sta proseguendo con buoni risultati il progetto, portato avanti dalla Prefettura (con l’ausilio della Società Galli Data Service) di anagrafe delle telecamere pubbliche e private della provincia di Piacenza, che una volta completato, sarà di notevole ausilio per le forze di polizia a fini investigativi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • «Un anziano ammalato di Covid in gennaio a Piacenza potrebbe essere il paziente 1». Inchiesta di Report in una clinica piacentina

  • Piacenza, tutte le attività commerciali che sono aperte e fanno consegna a domicilio

  • Coronavirus, la situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 31 marzo

  • Coronavirus, l'aggiornamento del 27 marzo sui comuni del Piacentino

  • Covid-19, Piacenza piange altre 26 vittime, il totale sale a 495

Torna su
IlPiacenza è in caricamento