Spaccia metadone davanti ai carabinieri, arrestato

È successo in via Dei Pisoni all’autostazione. In manette un tossicodipendente: ad arrestarlo i carabinieri di Rivergaro

Immagine di repertorio

Lo hanno visto vendere una bottiglietta di metadone e lo hanno arrestato per spaccio. In manette nella mattinata del 6 dicembre è finito un piacentino di 33 anni bloccato nel piazzale dell’autostazione di via Pisoni dai carabinieri di Rivergaro, guidati dal luogotenente Roberto Guasco. I militari, impegnati in un servizio in borghese finalizzato al contrasto dello spaccio, hanno notato un piacentino di 36 anni, tossicodipendente e residente a Fiorenzuola, scendere da un bus per poi essere avvicinato dal 33enne, anch’egli tossicodipendente in cura al Sert che lo aspettava. I carabinieri hanno assistito allo scambio: un flacone di metadone per 100 euro e sono intervenuti.  È comparso in tribunale per la direttissima difeso dall’avvocato Valentina Marchettini, davanti al giudice Sonia Caravelli e al pm Monica Bubba. Il processo è stato rinviato e nel frattempo il giudice ha disposto gli arresti domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in A21, muore giovane piacentina

  • Travolta da un’auto dopo lo schianto contro il guard rail, Valentina muore a 22 anni

  • Autobus fuori strada si schianta contro il guard rail

  • Schianto sul rettilineo della via Emilia

  • Elezioni Regionali, ecco il fac simile della scheda elettorale

  • «Se sei un uomo vieni sotto casa mia», accoltellato per gelosia dal compagno dell'amica

Torna su
IlPiacenza è in caricamento