Stazione, vandalizzate auto di pendolari e residenti: marocchino arrestato per tentata rapina e furto

Undici vetture con il finestrino infranto tra via Benedettine e viale Sant'Amborgio, probabilmente per puro spirito di danneggiamento. I carabinieri nella tarda serata dell'11 novembre hanno bloccato uno straniero ubriaco. C'è anche un testimone. Rancan (Lega): Il centrosinistra si occupa di sicurezza solo a parole e solo in campagna elettorale

I carabinieri intervenuti in viale Sant'Ambrogio

Sono in tutto una decina - anzi per la precisione undici - le automobili che sono state vandalizzate nella zona della stazione nella sera dell’11 novembre. A farne le spese altrettanti proprietari (molto probabilmente pendolari) che, ignari, sono stati avvertiti dai carabinieri che alla loro vettura era stato infranto il finestrino. Per rubare qualcosa? Macché. Pare proprio che chi ha fatto questo, abbia agito per puro spirito di vandalismo visto che dall’interno delle vetture non sarebbe stato rubato nulla. I carabinieri, intorno a mezzanotte, hanno però bloccato il probabile colpevole. Si tratta di un marocchino, trovato riverso in viale Sant’Ambrogio, completamente ubriaco e con il volto sanguinante. Stando a un testimone, che è stato sentito a verbale, sembra che lo straniero si sia ferito mettendo la testa dentro agli abitacoli dopo aver spaccato i vetri con una catena che è stata trovata a terra lì vicino e sequestrata. E’ stato portato in caserma dove ha trascorso la nottata.

Il primo intervento dei carabinieri del Nucleo radiomobile è stato intorno alle 18 nel posteggio di via Benedettine. Qui quattro automobili erano state danneggiate da uno sconosciuto che poi era scappato. Tutte nella stessa maniera, tutte con un colpo che aveva mandato in frantumi il vetro laterale. Qualche ora più tardi i colleghi della stazione di Piacenza Principale sono invece intervenuti nel posteggio di viale Sant’Ambrogio: qui era stato segnalato un uomo riverso a terra con il volto insanguinato, e un testimone che ha affermato di averlo visto poco prima rompere i finestrini delle auto in sosta nel parcheggio dei pendolari. «Ho cercato di fermarlo - ha detto - ma sono stato preso a pugni». Sul posto è intervenuta anche l’ambulanza del 118, ma l’uomo - un marocchino senza fissa dimora - si è rifiutato di andare in ospedale. Allora è stato accompagnato in caserma in viale Beverora dove ha trascorso la notte. 

AGGIORNAMENTO - Lo straniero è stato arrestato e verrà processato per direttissima. E' accusato di furto, danneggiamento aggravato e anche rapina. I carabinieri infatti, da un controllo più approfondito, gli hanno trovato addosso alcuni oggetti che erano stati rubati dalle auto in sosta che aveva danneggiato.

Su questi episodi interviene Matteo Rancan, candidato alle prossime elezioni regionali per la Lega Nord. 
"Il centrosinistra si occupa di sicurezza solo a parole e solo in campagna elettorale. I gravissimi episodi avvenuti nei parcheggi di via delle Benedettine e di viale Sant'Amborgio, che hanno visto macchine devastate gratuitamente, non sono che l'ennesima, intollerabile dimostrazione".
"Episodii - prosegue Rancan - resi se possibile ancora più grave dal fatto che ad essere stati colpiti, sono proprio per lo più i pendolari che abitualmente parcheggiano le auto in quella zona e che, tra i moltissimi disagi, devono fare i conti quotidianamente con violenza, furti, aggressioni, paura".
Eppure la mancanza di sicurezza di quella zona, rappresenta un motivo di lamentela e di protesta da parte di residenti e cittadini da molto tempo.
"Il parcheggio di via delle Bendettine, in particolare, è buio, notoriamente frequentato da clandestini, vandali e delinquenti. Residenti e pendolari chiedono sicurezza da anni, ma sono stati sempre inascoltati. È ora di cambiare rotta in modo drastico e deciso. È ora di implementare controlli e presidi per garantire il diritto alla sicurezza. È ora di fare una scelta di campo a tutti i livelli politici e amministrativi, prima che sia troppo tardi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

  • Un matrimonio in sospeso ma l'attività appena inaugurata riparte: Marco e Elisa, osti a Rompeggio

  • Al via anche a Piacenza l’indagine che mapperà il Covid, 700 le persone coinvolte

Torna su
IlPiacenza è in caricamento