Sulpl: «Volete aiutarci? Non comprate merce dagli abusivi»

Il sindacato Sulpl replica alla segnalazione di Mauro Saccardi sull'abusivismo in centro città che ha scatenato un acceso dibattito su Facebook

«Giudicare gli altri o il loro operato – scrive il sindacato Sulpl sul proprio profilo Facebook - è uno degli sport preferiti dai più, soprattutto con in mano una tastiera e davanti ad una chat...Giudicare se stessi e il proprio operato è la cosa più difficile. Pensiamo al re che abitava da solo su un asteroide che voleva nominare il piccolo Principe Ministrodella Giustizia. Il Principino obiettò che sul pianeta non c'era nessuno da giudicare perchè disabitato e il re...."Giudicherai te stesso", gli rispose . "E’ la cosa più difficile. E’ molto piu difficile giudicare se stessi che gli altri. Se riesci a giudicare bene è segno che sei veramente un saggio".
 

Questo accenno lettrario per dire cosa? Abbiamo letto i commenti su Facebook di alcuni cittadini alla segnalazione qui riportata. Alcuni come sempre hanno addossato la colpa alla Polizia Municipale. Sono mesi che ci stiamo impegnando su questo fronte, e non siamo certo l'unica forza di polizia deputata a farlo! Lo facciamo perchè la contraffazione è REATO, questo per rispondere a chi quasi giustifica l'abusivismo commerciale. Avete mai pensato che il contrasto a questo tipo di attività è importante e deve essere costante, ma altrettanto importante è NON ACQUISTARE questa merce di venditori abusivi per non alimentare questo mercato illegale e non incoraggiare i venditori abusivi? Inutile commentare, magari dopo aver acquistato una borsa con marchio contraffatto, perchè sembra originale e costa poco! NON ACQUISTARE SIGNIFICA COLLABORARE CON LE FORZE DI POLIZIA...Riflettete! E comunque anche l'abusivismo commerciale contribuisce al DEGRADO di una città».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esselunga: «Scaffali vuoti vengono subito riempiti: abbiamo scorte, pronti a ogni evenienza»

  • Emergenza coronavirus, decisa la chiusura di tutte le discoteche e locali di intrattenimento

  • Coronavirus, l'Inps sospende i servizi e le visite

  • Coronavirus, lotta al contagio: nel Piacentino scuole chiuse e San Damiano per la quarantena

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Sei nuovi contagi a Piacenza: tra loro due medici e un infermiere del Polichirurgico

Torna su
IlPiacenza è in caricamento