menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

«Qui non si vede il Tg3». Una lettera alla neopresidente Rai Tarantola

Il problema della visibilità della Rai in Emilia-Romagna arriva sul tavolo della neopresidente dell'azienda, Anna Maria Tarantola. Lo riporta l'agenzia "Dire". Di recente se ne era occupato anche il consigliere Pollastri

Il consigliere piacentino Andrea Pollastri di recente aveva presentato un'interrogazione in Regione

Il problema della visibilità della Rai in Emilia-Romagna arriva sul tavolo della neopresidente dell'azienda, Anna Maria Tarantola. Lo riporta l'agenzia "Dire". A scrivere è il presidente della Provincia di Parma e numero uno regionale dell'Upi, Vincenzo Bernazzoli, per denunciare la «grave situazione che riguarda il territorio dell'Emilia occidentale, in particolare le province di Parma e Piacenza». Della questione si era occupato di recente anche il consigliere regionale piacentino Andrea Pollastri che aveva presentato un'interrogazione in Regione.

La lettera è stata inviata anche al premier Mario Monti, al ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, e al sottosegretario alla Comunicazione, Paolo Peluffo, prendendo spunto dall'ultima indagine del Corecom e dalla ricerca dell'istituto Cattaneo. «In questa zona della regione non è possibile vedere il Tg3 - scrive dunque Bernazzoli a Tarantola, complimentandosi per la nomina a presidente - questa inaccettabile situazione perdura fin dalla nascita del telegiornale e quella fornita dall'istituto è solo l'ennesima autorevole prova di quanto denunciato a più riprese dalle istituzioni e dai cittadini, una mancanza che il passaggio al digitale non ha affatto migliorato come invece si era auspicato».
(Fonte Dire)

Potrebbe interessarti


Commenti (3)

  • Veramente si vede, basta rifare la sintonia

  • Se si paga pure il canone, è giusto pretendere la dovuta erogazione del servizio.

  • Non si vede il TG3: capirai che dramma!!!!

Più letti della settimana

Torna su