menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcalendarcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcasesunnysuncloudwhitecloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfograinlightblackcloudsleetsnowcelsiuslock-openlog-outeditfiletrophy

«Troppo degrado ai giardini Merluzzo. Vanno chiusi di notte»

Lucia Girometta, consilgiere comunale del Pdl, interviene ancora puntando il dito sull'ormai noto probelma del degrado nella zona della stazione. Lo fa tramite un'interrogazione e questa volta la sua attenzione si focalizza sui giaridni Merluzzo

Il degrado ai giardini Merluzzo

Lucia Girometta, consilgiere comunale del Pdl, interviene ancora puntando il dito sull'ormai noto probelma del degrado nella zona della stazione. Lo fa tramite un'interrogazione e questa volta la sua attenzione si focalizza sui giaridni Merluzzo.

«Nonostante gli interventi delle forze dell’ordine e le tante manifestazioni e attività per “coinvolgere ed educare” chi frequenta la zona adiacente alla stazione e in particolar  modo i “Giardini Merluzzo” - scrive Girometta - la “situazione di disagio” non cambia. Specialmente di notte, i bivacchi sono all’ordine del giorno, con continue liti e altre manifestazioni di insofferenza civile; le foto allegate evidenziano come si presentano i giardini al mattino: carta, rifiuti di ogni genere».  

«Gli abitanti - afferma - soprattutto chi vive in Via Alberoni, sono costretti a subire i continui schiamazzi e  visioni poco edificanti;  la sicurezza percepita (anche se forse non reale) è al di sotto della soglia minima ed è difficile far credere che tutta la situazione sia sotto controllo. Di fronte ai giardini si trova una della chiese più belle di Piacenza e, anche per rispetto alla sacralità del luogo, certi atteggiamenti di inciviltà andrebbero aboliti. Forse sarebbe il caso di chiudere i giardini, come erano anticamente». Per questo, nella sua interrogazione, Girometta chiede «cosa intenda fare l’Amministrazione Comunale per sanare tale situazione e se c’è la possibilità di programmare la chiusura dei Giardini Merluzzo di notte».



Commenti (5)

  • E' risaputo che attorno alla stazione, in ogni citta' d'Italia, vagano dei relitti umani, stranieri e non. Sarebbe ora che ci fosse un bel giro di ronde della polizia a garantire la sicurezza di chi ci abita, perche' tutti meritano di poter vivere in una citta civile e non dover far lo slamom fra ubriachi, @#?*%$e, rapinatori etc etc ........

  • ...cara Girometta, questa soluzione mi ricorda quella adottata in un autogrill tra Bari e Lecce, dove per far fronte all'inciviltà degli utilizzatori del bagno, sempre lasciato in condizioni indecenti, un bel giorno gli hanno tirato su un muro sigillandolo.... se fosse valida l'equazione proposta, i giardini Merluzzo andrebbero chiusi anche di giorno....la soluzione invece sarebbe quella di rispedire a casa lo sciame di delinquenti extracomunitari che li frequentano...ma al di la della propaganda nessuno ci riuscirà mai...aimè...

    • d'accordissimo con te....il problema non è solo notturno e non è solo in questi giardini...tanti posti a piacenza sono equiparabili a questi giardini e il problema di fondo lo sappiamo tutti qual è......e i problemi vanno risolti alla radice, non mettendo delle toppe...

  • è senz'altro un problema di integrazione...si comportano cosi perchè non si sentono ben accetti...

  • Avatar anonimo di Perrofeo
    Perrofeo

    Ma se era solo una percezione del pericolo....

Più letti della settimana

Torna su