Ubriaco fradicio porta il coniuge trans a prostituirsi: «Arrotondiamo il bilancio familiare», denunciati

Li hanno bloccati le fiamme gialle di Piacenza. Sono stati denunciati entrambi per la violazione del decreto anti-Covid. L'uomo anche per guida in stato di ebbrezza

Uno dei tanti posti di controllo delle fiamme gialle nel Piacentino

Uno l'hanno trovato ubriaco al volante, l'altro in giro a prostituirsi: entrambi sono stati denunciati.  E’ questo l’esito di un controllo volto a prevenire il diffondersi del contagio epidemiologico in corso. Nei giorni scorsi, nell’ambito dei piani predisposti per il contenimento del covid-19, una pattuglia di finanzieri del Gruppo di Piacenza, in servizio di controllo del territorio nella zona piacenza sud, ha intercettato una persona che sostava, da sola, in atteggiamento equivoco, dopo pochi minuti si è affiancata un’autovettura condotta da uomo, la persona in sosta è salita a bordo ed i due soggetti si sono allontanati insieme.

Dopo un breve inseguimento l’auto è stata fermata dai finanzieri e le dichiarazioni rilasciate dai due soggetti, in merito alla loro presenza in quel luogo, sono state decisamente inaspettate. I controllati, un uomo piacentino ed un transessuale brasiliano, uniti civilmente, stavano facendo rientro alla loro abitazione dopo che quest’ultimo aveva terminato di prostituirsi. L’uomo alla guida ha precisato, inoltre, che il meretricio svolto dal transessuale, di cui era perfettamente consapevole, contribuiva ad aumentare le disponibilità economiche della coppia.

A seguito di tali dichiarazioni, è scattata immediatamente la denuncia ex art. 650 c.p. per inottemperanza all’invito a permanere presso la propria abitazione, dato dall’autorità con i dpcm dell’8 e 9 marzo e successive modificazioni e integrazioni. Considerato poi l’evidente stato di alterazione psicofisica del conducente e la presenza di diverse bottiglie di alcol nell’abitacolo della macchina, i militari, grazie all’intervento di una pattuglia della polizia stradale, hanno verificato il suo tasso alcolemico che é risultato superiore di quasi tre volte al limite consentito e, pertanto, si è provveduto all’immediato ritiro della patente ed alla denuncia per guida in stato di ebbrezza.

E’ attualmente al vaglio, infine, la posizione del soggetto in merito al reato di favoreggiamento della prostituzione. Questa è solo una, sebbene tra le più particolari finora riscontrate, delle situazioni che la Guardia di Finanza di Piacenza, unitamente alle altre forze di polizia, ha segnalato alla procura in questi giorni ed è su questa tipologia di controlli che da settimane sono orientati gli sforzi del corpo, al fine di contenere e sanzionare qui comportamenti sconsiderati, contrari alle prescrizioni emanate dall’autorità, che rischiano di vanificare i sacrifici dei cittadini rispettosi, che in questo momento, in vista di un sempre più rapido superamento dell’emergenza, scelgono di seguire le norme emanate per fini sanitari e di sicurezza pubblica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mio marito è stato un dono per la mia vita»

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Contagi in drastico calo a Piacenza: il 7 aprile 17, ieri erano 44

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

  • Intrappolata nel locale del bancomat, 70enne salvata da Ivri e carabinieri

Torna su
IlPiacenza è in caricamento